Cos’è la disgeusia: cause e rimedi di questo disturbo

disgeusia

La disgeusia è una condizione che, in modo più o meno intenso, hanno sperimentato tutte le persone almeno una volta della vita. Vi è mai successo di avvertire un fastidioso sapore “metallico” in bocca? Se la risposta è affermativa, è proprio questo il disturbo di cui stiamo parlando. Quali sono le cause? Quali i rimedi?

Cos’è la disgeusia: cause

La disgeusia, nome un tantino difficile da imprimere nella mente, è un disturbo che, almeno una volta nella vita, abbiamo sperimentato tutti. Il Vocabolario Treccani ci fornisce la definizione corretta: “È un’alterazione del senso del gusto: il soggetto può quindi percepire in maniera molto labile i sapori, non sentirli affatto oppure, al contrario, essere travolto da un’ipereccitazione delle papille gustative”. Solitamente, il sapore che la maggior parte delle persone avverte è “metallico”, simile a quello che sentiamo in bocca quando mangiamo un carciofo lesso senza alcun tipo di condimento.

La disgeusia presenta diverse cause: neurologica, quando risultano danneggiate alcune aree del cervello tra cui quelle che si occupano della decodificazione dei sapori (la schizofrenia ne è un esempio); infettiva, concernente disturbi come faringite e tonsillite; respiratoria, per quanto riguarda malattie piuttosto comuni come rinite e sinusite. Inoltre, l’alcool, il fumo e una cattiva igiene orale possono favorire l’insorgere del disturbo. Un caso a parte è rappresentato da quanti si stanno sottoponendo a cure oncologiche. In questo caso i sintomi sono più duraturi e solitamente permangono per tutto il periodo delle terapie. Negli altri casi, la durata della disgeusia varia a seconda della gravità del caso clinico scatenante.

Disgeusia: rimedi

La disgeusia purtroppo non ha una cura o un medicinale specifico in grado di far guarire quanti accusano il disturbo, per cui è fondamentale eseguire dei test per scoprire la causa scatenante e agire di conseguenza. Ci sono comunque dei rimedi che potrebbero dare ‘risultati’ soddisfacenti. La disgeusia comporta l’alterazione dei sapori, per cui è normale che alcuni cibi per cui andavamo pazzi possano non piacerci più. Proprio per questo si potrebbe andare incontro ad una perdita d’appetito e ad un conseguente calo del peso. In questo caso, l’unico consiglio è quello di evitare gli alimenti preferiti.

Tra gli accorgimenti, come già sottolineato, sarebbe preferibile non fumare e non ingerire alcolici, in quanto possono favorire l’insorgere del disturbo. Eseguire una corretta igiene orale è di certo un altro rimedio importante, soprattutto perché esiste una correlazione tra pulizia della bocca e sensibilità ai sapori. È consigliabile, inoltre, cucinare e consumare le pietanze in due stanze diverse. Così facendo gli odori sono ridotti al minimo e quanti soffrono di disgeusia, malattia che porta anche nausee molto forti, non sono sottoposti ad un eccessivo ‘stress’ olfattivo. Infine, bisogna cercare di bere acqua con frequenza, specialmente mentre si mangia, ed evitare di pentole e materiali metallici.