Cosa è successo quando Laura Pausini dopo gli Oscar ha incontrato il presidente Mattarella

Di Elisabetta Moro
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Europa Press Entertainment - Getty Images
Photo credit: Europa Press Entertainment - Getty Images

Cosa dev'essere svegliarsi la mattina dopo la Notte degli Oscar, con addosso ancora l'ombra del trucco della sera precedente e negli occhi il ricordo di tutto quello scintillio? Dovremmo chiederlo alla nostra Laura Pausini, rientrata a casa dopo l'avventura incredibile negli States. L'avevamo lasciata a quel post su Instagram dove raccoglieva a caldo le emozioni della nottata e festeggiava mangiandosi un meritato hamburger dopo lo spettacolo. Ora la ritroviamo in veste ufficiale: Pausini, tornata in Italia, ha incontrato il presidente della Repubblica Mattarella e dalla loro conversazione è emersa tutta l'emozione e l'orgoglio di quello che sembra ancora un sogno. "Sono ancora emozionata" dice la nostra Laura nazionale parlando con la più alta carica dello Stato. E noi la vorremmo abbracciare.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

"È davvero un piacere vederla e farle i complimenti, la notte degli Oscar è stata un'emozione straordinaria" esordisce Sergio Mattarella accogliendo la cantante al Quirinale. Pausini luminosa in un tailleur color giallo pallido sembra radiosa e felice: "Anche se canto sempre in italiano durante i miei concerti, fare arrivare nei Paesi più sconosciuti del mondo una canzone in italiano mi era impossibile in una serata sola. È stato un onore". Poi il suo ringraziamento va proprio agli italiani che l'hanno sostenuta durante tutta la sua avventura: "Ho sentito tantissimo il loro affetto" racconta mentre il presidente conferma quello che - alla fine dei conti - tutti pensiamo: "La nomination è un traguardo importante, il vero traguardo è quello" e quindi poco importa che il premio come Miglior canzone originale non sia andato alla sua Io Sì/Seen, per noi Laura ha vinto comunque.

Photo credit: Handout - Getty Images
Photo credit: Handout - Getty Images

Pausini, in questi giorni, ha continuato a documentare ogni step della sua avventura sui social: appena rientrata ha postato una foto con suo padre all'aeroporto: "Babbo Buon Compleanno", ha scritto, "anche se quest’anno hai fatto tu la sorpresa a me... oggi al mio arrivo in aeroporto ti ho trovato con mamma e Paola e mi hai fatto scoppiare il cuore d’amore". Anche la foto dell'incontro con Mattarella è stata subito inserita nella griglia Instagram da oltre tre milioni di follower. Nel suo ultimo post Pausini si è detta "Onorata di essere invitata al Quirinale dal Presidente Sergio Mattarella" e ha ringraziato ancora una volta tutti i suoi sostenitori: "Grazie Italia per essere stata con me anche in questa avventura pazzesca a Hollywood", ha scritto sotto la foto, "e grazie di avermi fatto sentire tutto l’affetto, anche a migliaia di chilometri di distanza: sono da sempre fiera di rappresentare l’Italia nel mondo e questa occasione di riconoscimento istituzionale mi riempie di orgoglio". Non era mai successo che un artista italiano arrivasse a un traguardo così alto come la nomination agli Oscar e la performance sul Palco dell'Academy: a ripensare ai tempi in cui cantavamo La Solitudine struggendoci nelle nostre camere, ci sembra di poter dire con orgoglio "Io ci ho sempre creduto". Sconfitta o meno, Pausini può inserire anche questo indimenticabile tassello nella sua già incredibile carriera: ora ha un posto indelebile nella storia della musica italiana, ma nei nostri cuori ce l'aveva già.