Cosa fare se il bambino ha paura della folla?

·1 minuto per la lettura
Il bambino ha paura della folla
Il bambino ha paura della folla

Se il bambino ha paura della folla, non essere troppo dura con lui. I crolli di tuo figlio sono il suo modo di dirti che la vista, i suoni, la folla, le luci e gli odori di un centro commerciale, ad esempio, sono semplicemente troppo per lui. Quando imparerà a comunicare meglio i suoi sentimenti, sarà in grado di dire: “Mamma, ho bisogno di andarmene”. Tuttavia, per ora, cerca di capire che visitare il centro commerciale non è molto divertente per lui. In questo caso potrebbe anche sentirsi a disagio nel caso debba entrare in un bagno pubblico.

Il bambino ha paura della folla: cosa fare?

A meno che non sia un appassionato di cataloghi o di acquisti online, avrà ancora bisogno di fare fermate occasionali al centro commerciale. Per fare in modo che queste visite siano piacevoli per il tuo bambino, inizia a farle gradualmente. Comincia con una passeggiata di dieci minuti (o una visita a un solo negozio) e vedi come si comporta, poi arriva a un’ora o due. Quando sei lì, lascia che siano le sue reazioni a guidarti.

Il bambino ha paura della folla cosa fare
Il bambino ha paura della folla cosa fare

Se si blocca mentre ti avvicini all’assalto sonoro di un negozio musicale, corri nella direzione opposta. Sii anche selettiva su dove vai. Alcuni centri commerciali sono così appariscenti e affollati che possono dare le vertigini anche alla persona più rilassata. Anche la tempistica è importante: portalo solo dopo il sonnellino, in modo che sia ben riposato, e non andarci il venerdì sera o durante la frenesia dello shopping che circonda le vacanze, quando il centro commerciale sarà sicuramente un manicomio.

In alcuni casi, tuo figlio potrebbe anche sviluppare delle vere e proprie fobie: sarà importante aiutarlo ad alleviarle.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli