Cosa fare se il bambino rifiuta di rinunciare al biberon?

·2 minuto per la lettura
Il bambino rifiuta di rinunciare al biberon
Il bambino rifiuta di rinunciare al biberon

Quando il bambino rifiuta di rinunciare al biberon potrebbero subentrare una serie di emozioni controverse. Questa sembra una situazione infelice per tutti, e non posso fare a meno di chiedermi se togliere il tuo bambino dal biberon valga quello che sta costando.

Molti bambini continuano ad allattare o ad avere un biberon all’ora di andare a letto ben oltre il loro primo compleanno (e alcuni continuano ben oltre il loro secondo), quindi non c’è nulla di insolito nell’attaccamento di tuo figlio alla sua bottiglina. Inoltre, la maggior parte dei bambini che rinuncia a succhiare il latte continua a succhiare qualcosa.

I bambini che usano il ciuccio, o che si succhiano le dita o i pollici, spesso continuano a farlo per tutta la prima infanzia e sono spesso particolarmente dipendenti da questo gesto al momento di andare a letto. In un modo o nell’altro, la “suzione di conforto” è una parte centrale dell’ora della nanna tranquilla per la maggior parte dei bambini piccoli. Quando un bambino rinuncia a questa abitudine non ha niente a che vedere con quanto è “avanti” o “indietro”. Evita quindi il confronto con le altre mamme: ogni bambino è diverso.

se il bambino rifiuta di rinunciare al biberon
se il bambino rifiuta di rinunciare al biberon

Cosa fare se il bambino rifiuta di rinunciare al biberon

L’importante è che tu non metta bevande dolci come succo o latte in un biberon e lasciare che il bambino lo porti a letto, dove lo sorseggerà lentamente. Questo può essere disastroso per i suoi denti. Tuttavia, una bottiglia di latte sulle tue ginocchia come conforto a fine giornata, seguita dalla pulizia dei denti, non è necessariamente qualcosa per cui valga la pena lottare.

Se sei davvero ansiosa di svezzare il tuo bambino dal biberon, evitare il peggio può sembrare troppo gentile. In questo momento, però, tutti e tre state ottenendo il peggio di entrambi i mondi: tu e tuo marito siete arrabbiati e frustrati e il tuo bambino è infelice, anche se sta ancora ricevendo la sua amata bottiglina.

È meglio per tutti se rifiutate le sue richieste e vi attenete alla vostra decisione; non importa quanto gridi. In alternativa, rimandate semplicemente lo svezzamento a più tardi. Cosa fare se, però, il tuo bambino piange tutta la notte? Il metodo del pianto controllato potrebbe essere un ottimo modo per educarlo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli