Cosa sapere sul vaccino anti-tetanica

·4 minuto per la lettura
vaccino anti-tetanica
vaccino anti-tetanica

Il vaccino anti-tetanica protegge il tuo bambino contro tre malattie: difterite, tetano e pertosse. Ricorda che tuo figlio dovrebbe sottoporsi a tutte le vaccinazioni necessarie senza rimandare troppo, dato che sono di vitale importanza e prevengono gravi rischi.

Vaccino anti-tetanica: difterite

Questa infezione batterica causa febbre, debolezza e mal di gola. Un rivestimento denso e grigio si sviluppa nella parte posteriore della gola, che rende difficile respirare o deglutire e a volte provoca il soffocamento. Se l’infezione non viene trattata, le tossine prodotte dai batteri possono colpire i tessuti e gli organi di tutto il corpo, portando eventualmente a insufficienza cardiaca o paralisi.

La morte si verifica fino al 20 per cento dei casi in persone più giovani di 5 anni e più vecchie di 40. Questi numeri sono cambiati poco negli ultimi 50 anni, secondo i centri per il controllo delle malattie (CDC). Le epidemie di difterite sono comuni in tutto il mondo, specialmente nell’Europa dell’Est, nel Medio Oriente, nel Sud Pacifico, ad Haiti e nella Repubblica Dominicana. Quindi, mentre il rischio di contrarre la difterite in Italia è basso, la malattia può essere presa anche solo in aereo.

Vaccino anti-tetanica: tetano

Il tetano (chiamato anche trisma) è un’infezione batterica che può causare spasmi muscolari gravi e dolorosi, convulsioni e paralisi. Non è contagiosa: i batteri vivono nel terreno e nella polvere ed entrano nel corpo attraverso una rottura della pelle. Le persone prendono il tetano da ferite da puntura, ustioni e altre lesioni – a volte anche minori.

Più del 10% dei casi segnalati finisce con la morte.

Vaccino anti-tetanica: pertosse

La pertosse, meglio conosciuta come pertosse, è un’infezione batterica molto contagiosa e una delle più comuni malattie infantili prevenibili con il vaccino. La pertosse provoca attacchi di tosse così gravi che è difficile per un bambino mangiare, bere o respirare. Può portare a polmonite, convulsioni, danni cerebrali e morte.

La pertosse rimane un grave problema di salute tra i bambini in altre parti del mondo, e i casi di pertosse sono aumentati dal 1980. Negli ultimi anni, ci sono stati focolai significativi. I casi di pertosse riflettono un continuo aumento negli ultimi due decenni, anche se i numeri sono scesi di nuovo dal picco del 2012. I funzionari sanitari sottolineano che l’incidenza complessiva della pertosse è scesa dell’80% da quando il vaccino è in uso, e che ci sono tendenzialmente focolai ogni tre-cinque anni.

Farsi vaccinare aiuta a proteggere tuo figlio e tutti gli altri bambini che hai intorno. I neonati di età inferiore ai 6 mesi sono a maggior rischio di ammalarsi gravemente o di morire di pertosse.

Qual è il programma raccomandato?

Numero raccomandato di dosi

  • Cinque dosi di DTaP tra la nascita e i 6 anni

  • Un’iniezione di Tdap tra gli 11 e i 12 anni (gli adolescenti che non hanno fatto l’iniezione da preadolescenti possono ancora farla)

  • Un’iniezione di Tdap in età adulta (per gli adulti che non l’hanno mai fatto da bambini), con richiami Td ogni 10 anni

Età consigliata

  • 2 mesi

  • 4 mesi

  • 6 mesi

  • Tra 15 e 18 mesi

  • Tra i 4 e i 6 anni

  • Un’iniezione Tdap a 11 o 12 anni

  • Gli adolescenti e gli adulti che non hanno mai fatto il vaccino Tdap o che sono incinte dovrebbero farlo e poi fare un richiamo Tdap ogni 10 anni

il vaccino anti-tetanica
il vaccino anti-tetanica

Chi non dovrebbe fare il vaccino DTaP?

  • Un neonato di meno di 6 settimane

  • Chi ha avuto una reazione allergica pericolosa per la vita a una precedente dose di DTaP

  • Un bambino che ha avuto una grave reazione al cervello o al sistema nervoso entro sette giorni da una precedente iniezione di DTaP

  • Un bambino che ha avuto una crisi o febbre sopra i 39 gradi dopo una dose di DTaP, o che ha pianto ininterrottamente per più di tre ore dopo una dose. In questo caso è necessario avere l’ok da un medico prima di ricevere la prossima dose di DTaP

Inoltre, parla con il medico di altre possibili situazioni in cui tuo figlio non dovrebbe ricevere il vaccino. Se la parte di pertosse del vaccino causa una reazione, può essere appropriata un’iniezione DT (difterite tetano).

Ci sono delle precauzioni che dovrei prendere?

I bambini che sono moderatamente o gravemente malati nel momento in cui il vaccino è programmato dovrebbero probabilmente aspettare fino a quando non si riprendono prima di fare l’iniezione. In questo modo, saranno meglio in grado di tollerare eventuali effetti collaterali.

Quali sono i possibili effetti collaterali?

La maggior parte dei potenziali effetti collaterali sono lievi e tendono ad essere associati alla parte pertosse del vaccino. Né il vaccino contro la difterite né quello contro il tetano sono noti per causare effetti collaterali gravi.

Gli effetti collaterali relativamente comuni – che di solito si verificano dopo la quarta e la quinta dose del vaccino – includono arrossamento, gonfiore, indolenzimento nel sito di iniezione e febbre leggera. Se noti questi effetti, puoi chiedere al medico se va bene dare al tuo bambino dell’acetaminofene (per qualsiasi età) o dell’ibuprofene (dai 6 mesi in su) per alleviare il disagio. Possono verificarsi anche agitazione, stanchezza e (più raramente) vomito.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli