Cosa sapere sul vaccino contro il meningococco

·2 minuto per la lettura
vaccino contro il meningococco
vaccino contro il meningococco

Il vaccino contro il meningococco protegge contro il batterio Neisseria Meningitidis, che causa la malattia meningococcica. Prima del vaccino, questa malattia era la causa principale della meningite batterica (un’infezione nel liquido intorno al cervello e al midollo spinale) nei bambini.

In una persona infetta, la Neisseria Meningitidis vive nella parte posteriore della gola e si diffonde attraverso goccioline di secrezioni respiratorie o della gola. Tosse, starnuti, baci e condivisione di bottiglie d’acqua o utensili diffondono la malattia. Nel 2017, ci sono stati circa 350 rapporti di malattia meningococcica. Da 10 a 15 persone su 100 infettate dalla malattia muoiono. Quest’ultima può anche causare gravi problemi come la perdita degli arti, la sordità, la disabilità intellettuale e l’ictus.

I bambini di età inferiore a 1 anno e le persone di età compresa tra i 16 e i 23 anni sono i più propensi a contrarre la malattia meningococcica. Anche le matricole del college che vivono nei dormitori e i soldati negli alloggi militari sono a maggior rischio. Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), il vaccino protegge circa il 98% di coloro che vengono immunizzati. Protegge anche contro la maggior parte dei tipi di malattia meningococcica, ma non previene tutti i casi.

Qual è il programma raccomandato?

Numero raccomandato di dosi

Un’iniezione, più un richiamo

Età raccomandata

  • Da 11 a 12 anni

  • Richiamo a 16 anni

Il CDC raccomanda che i bambini che hanno saltato la dose iniziale vengano vaccinati alla prima opportunità. Un richiamo non è necessario se la dose iniziale viene data dopo i 16 anni. Il vaccino è anche raccomandato per i neonati e i bambini in situazioni ad alto rischio, compresi quelli che viaggiano in alcuni paesi così come le matricole del college che vivono nei dormitori e le reclute militari che vivono nelle caserme.

Chi non dovrebbe prendere il vaccino contro il meningococco?

Un bambino che ha avuto una reazione allergica pericolosa per la vita a una precedente dose di vaccino cntro il meningococco non dovrebbe essere vaccinato di nuovo con esso.

Ci sono delle precauzioni da prendere?

I bambini che sono moderatamente o gravemente malati dovrebbero probabilmente aspettare fino a quando non si riprendono prima di essere vaccinati.

Quali sono i possibili effetti collaterali?

L’effetto collaterale più comune è il rossore o il dolore al sito di iniezione per un giorno o due. Alcune persone sviluppano la febbre. Gli adolescenti potrebbero svenire dopo aver fatto le vaccinazioni e dovrebbero sedersi o sdraiarsi per 15 minuti dopo aver fatto l’iniezione.

Gravi reazioni allergiche sono rare ma possibili con qualsiasi vaccino. Ricorda di parlarne sempre col medico.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli