Cosa sapere sulla vaccinazione contro lo pneumococco

·3 minuto per la lettura
Vaccinazione contro lo pneumococco
Vaccinazione contro lo pneumococco

La vaccinazione contro lo pneumococco protegge contro le infezioni da pneumococco, che si verificano principalmente nei bambini di età inferiore ai 5 anni e possono portare ad alcune pericolose malattie infantili. Rientra tra i vaccini obbligatori nel primo anno di vita, per cui è di vitale importanza. Prima del vaccino, le infezioni da pneumococco causavano più di 700 casi di meningite, 13.000 infezioni del sangue e 5 milioni di infezioni dell’orecchio nei bambini più giovani di 5 anni ogni anno. Tuttavia, il vaccino previene efficacemente la malattia fino al 90% delle persone che lo prendono.

I germi responsabili dello pneumococco sono batteri chiamati Streptococcus pneumoniae. Questi germi possono causare un’infezione nel tratto respiratorio, nell’orecchio medio o nelle cavità sinusali. Gli antibiotici come la penicillina possono ucciderli, ma fino al 30% dei ceppi sono resistenti agli antibiotici. I batteri dello pneumococco si diffondono per contatto ravvicinato e attraverso tosse e starnuti. Malattie gravi, tra cui meningite e polmonite, possono svilupparsi entro pochi giorni dall’infezione. Ricorda che, proprio per questo motivo, tuo figlio dovrebbe sottoporsi a tutte le vaccinazioni necessarie senza rimandare troppo, dato che sono di vitale importanza e prevengono gravi rischi.

Vaccinazione contro lo pneumococco: i sintomi della polmonite

I sintomi della polmonite da pneumococco includono:

  • Febbre e brividi con tremori

  • Dolore al petto

  • Tosse

  • Respiro corto

  • Respirazione rapida

  • Battito cardiaco rapido

  • Affaticamento e debolezza

  • Nausea, vomito e mal di testa (anche se questi sono meno comuni)

I batteri dello pneumococco causano anche alcune delle più gravi infezioni dell’orecchio nei bambini. Tuttavia la ricerca mostra che il numero di neonati e bambini piccoli con infezioni all’orecchio è diminuito significativamente da quando è stato introdotto il vaccino pneumococcico coniugato.

La vaccinazione contro lo pneumococco coniugato è stato usato dal 2010 per proteggere contro più ceppi di batteri pneumococcici rispetto al vaccino precedente. Questa protezione aggiunta è importante perché il vecchio vaccino non proteggeva contro alcuni ceppi di batteri che sono diventati più comuni negli ultimi anni. Secondo il CDC, PCV13 offre protezione contro i ceppi di batteri pneumococcici che più spesso causano gravi infezioni da pneumococco nei bambini.

Qual è il programma raccomandato?

Numero raccomandato di dosi

Quattro

Età consigliata

  • 2 mesi

  • 4 mesi

  • 6 mesi

  • Tra 12 e 15 mesi

Chi non dovrebbe prendere il vaccino PCV?

I bambini che hanno avuto una reazione allergica pericolosa per la vita a una precedente iniezione PCV, o a certi altri vaccini, non dovrebbero prendere il vaccino PCV. Se tuo figlio ha avuto questo tipo di reazione grave a qualsiasi vaccinazione, parla con il suo medico per sapere se il vaccino PCV è consigliabile.

Ci sono delle precauzioni da prendere?

I bambini leggermente malati possono essere vaccinati. Tuttavia se tuo figlio ha la febbre o una malattia grave, come la polmonite, aspetta che la sua salute migliori prima di portarlo a fare il vaccino. Sarà in grado di gestire meglio l’immunizzazione quando sarà in salute.

Quali sono i possibili effetti collaterali?

La maggior parte dei bambini sono capricciosi o irritabili dopo la vaccinazione. Altri problemi lievi dopo aver ricevuto il vaccino possono includere:

  • Arrossamento, gonfiore e fastidio nel punto di iniezione

  • Febbre

  • Perdita di appetito

  • Sensazione di stanchezza

  • Brividi

Gravi reazioni allergiche sono rare ma possibili con qualsiasi vaccino. Parlane sempre col pediatra.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli