A che cosa serve davvero l'acqua micellare?

Di Michele Mereu
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Colormos - Getty Images
Photo credit: Colormos - Getty Images

From Harper's BAZAAR

I prodigi di questo cosmetico ormai sono stati descritti ampiamente da tutti gli esperti del settore. Prima l’acqua micellare era usata esclusivamente dai make-up artist, per rimuovere in velocità il trucco dal viso delle modelle tra una sfilata e l’altra, oggi è il segreto di qualsiasi donna per pulire la pelle anche a casa. Quello che non tutti sanno ancora però è cosa sia esattamente questo liquido magico, in grado di detergere la pelle all’istante, e soprattutto come usarlo al meglio. Proviamo a spiegarvelo cerando di fare chiarezza con i consigli di un’esperta.

Acqua micellare: che cos’è?

Una volta per poche elette, ora un prodotto per tutte, declinata in tante tipologie diverse, da quella addolcente a quella idratante, a quella per pelli sensibili fino ad arrivare alle salviettine struccanti già imbevute. Il nome indubbiamente fa pensare che si tratti di un prodotto delicato quasi come l’acqua, ma in grado di pulire bene la pelle come un sapone. Ma cos’è in realtà? "Dal punto di vista chimico, le micelle non sono altro che sferette microscopiche che si formano quando sciogliamo in acqua i tensioattivi. Quindi, effettivamente, le acque micellari funzionano: struccano e puliscono la pelle", spiega la divulgatrice scientifica Beatrice Mautino, nel suo libro Il trucco c’è e si vede.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Acqua micellare: come funziona

Specifica Mautino: "Gli ingredienti dell’acqua micellare sono gli stessi che potete trovare in un detergente classico, tant’è che in rete ci si imbatte spesso in ricette per la produzione casalinga a base di bagnoschiuma o shampoo diluiti con l’aggiunta di fragranze o altro a seconda dei gusti. Certo, l’acqua micellare non ci fa bruciare gli occhi e quindi ci sembra strano che sia fatta degli stessi ingredienti di cui sono fatti gli shampoo, ma il merito sta nella scelta di tensioattivi poco aggressivi che, peraltro, sono molto diffusi in tutti i detergenti delicati". Che cosa contraddistingue davvero l’acqua micellare dagli altri detergenti? Sostanzialmente il nome.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Acqua micellare: come si utilizza

L’acqua micellare è un detergente che si usa con il cotone, strumento fondamentale per raccogliere lo sporco e la parte grassa che si forma sulla pelle durante la giornata. Terminata la pulizia, la cosa importante da fare è quella di sciacquare il viso con l’acqua corrente. Anche se sulla confezione c’è scritto “senza risciacquo”, abbiamo capito che l’acqua micellare è composta da tensioattivi diluiti in acqua, ovvero acqua e sapone. Niente di male, sia chiaro. Ma andreste mai a letto senza avere lavato via dal viso la schiuma del vostro detergente classico? No? Lo stesso va fatto con l’acqua micellare, detergente alternativo, che però se lasciato sul viso potrebbe causare irritazioni e arrossamenti alla pelle. Quindi sì all’acqua micellare, ma con risciacquo.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy