Cosa sono le lozioni esfolianti e come funzionano

Di Michele Mereu
·4 minuto per la lettura
Photo credit: Anna Efetova - Getty Images
Photo credit: Anna Efetova - Getty Images

From Harper's BAZAAR

Le lozioni e i tonici a base di acidi esfolianti, principalmente AHA, BHA e PHA, sono i nuovi cosmetici dei quali non si può fare a meno per rinnovare la pelle, schiarire le macchie e avere una incarnato più luminoso. Alle meno esperte, la parola "acido" potrebbe fare un po’ paura. Per questo motivo, Harper's Bazaar invita alla conoscenza completa degli acidi esfolianti e i principali errori da evitare quando li si utilizzano.

Cosa sono gli AHA, BHA e PHA e qual è la differenza tra loro?

Un AHA è un alfa idrossiacido derivato da una fonte vegetale, spesso dalla frutta. Tra i più famosi spiccano l'acido lattico, citrico e glicolico che, usati a diverse concentrazioni, sono in grado di eliminare le cellule morte.

I Beta idrossiacidi (ovvero gli BHA), hanno più o meno la stessa funzione: tra questi il più famoso è l’acido salicilico, adatto soprattutto per rinnovare la pelle grassa e soggetta ad acne.

I polidrossiacidi, PHA, hanno chimicamente delle molecole più grandi, e non possono penetrare in profondità come gli AHA e i BHA, quindi risultano più delicati e adatti a chi ha la pelle sensibile, ideali per chi ha la pelle secca perché, oltre ad essere esfolianti, sono anche idratanti, in grado di attirare e trattenere l’acqua. Tra i più utilizzati il gluconolattone, galattosio e l’acido lactobionico.

Quali sono i vantaggi per la pelle?

Se usati correttamente, essi apportano una serie di benefici per la pelle: affinano la grana, restringono i pori, stimolano il rinnovo cellulare, riducono la pigmentazione e fungono da booster per migliorare l’assorbimento di sieri e idratanti. Cosa significa? Con un solo prodotto spesso si ottengono più risultati. E per quanto riguarda le tipologie, è possibile utilizzare sia AHA, BHA che PHA? Sì, perché hanno tutti effetti diversi.

Cos'è un esfoliante liquido?

Conosciuti come tonici esfolianti, o lozioni, gli esfolianti liquidi utilizzano sostanze chimiche come appunto alfa idrossiacidi, beta idrossiacidi e poliidrossiacidi per spazzare via le cellule morte della pelle, lasciando la pelle più liscia e luminosa. Grazie agli ingredienti attivi, questi cosmetici sono spesso molto più efficaci degli scrub tradizionali.

Un esfoliante fisico rimuove infatti solo le cellule morte della pelle in superficie, quello liquido, invece, agisce più in profondità, sciogliendo i legami tra le cellule, permettendo così alla pelle di rinnovarsi profondamente.

Come utilizzare al meglio gli esfolianti?

Dopo la detersione serale, iniziare con una sola applicazione a settimana. Lozione e tonici vanno applicati con un batuffolo di cotone, evitando il contorno occhi, o direttamente con le mani, tamponando sino a completo assorbimento.

Prima, è importante fare una piccola prova, un patch test, in una zona nascosta del collo: se la pelle si arrossa o brucia dopo un prodotto a base di AHA, vuol dire che è troppo forte per voi, che evidentemente dovete ancora abituarvi agli acidi. Provate qualcosa di più leggero.

Esistono infatti diversi prodotti sulla cui etichetta è indicata la percentuale di concentrazione dell’acido: se il 10% è troppo, potreste iniziare con un acido al 5%. Poi, la protezione solare dovrebbe già far parte della vostra beauty routine, a maggior ragione quando si usa un esfoliante a base di acido, per prevenire la formazione delle macchie solari.

Cinque lozioni e tonici esfolianti da provare


The Essence – Exfoliating Toner di Augustinus Bader

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Un nuovo prodotto 3 in 1. Un’essenza che unisce in un unico prodotto tutti i benefici di un delicato esfoliante chimico, un tonico purificante ed un’essenza rinfrescante ed idratante per donare una pelle più luminosa, radiosa, rimpolpata. Gli ingredienti chiave sono il gluconolattone e il TFC8, un complesso esclusivo firmato dalla casa Bader, che unisce vitamine e aminoacidi per nutrire e rinforzare la pelle.

Lozione Peeling Luminosità di Nuxe

Photo credit: Lozione Peeling Luminosità di Nuxe
Photo credit: Lozione Peeling Luminosità di Nuxe

Questa lozione peeling è composta al 98% da ingredienti di origine naturale. Offre un’esfoliazione quotidiana delicata per un effetto pelle nuova giorno dopo giorno. All’interno acqua di rosa e di acidi di frutta, che permettono di eliminare progressivamente le cellule morte, così la pelle è rinnovata, più liscia, e l’incarnato luminoso e uniforme.

Glow Tonic di Pixi

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

L’unico marchio cosmetico il cui best seller è un tonico, una garanzia. Un prodotto cult, che accelera il rinnovamento cellulare e svela un incarnato più sano. Una formula senza alcol, con un’azione esfoliante data dall’acido glicolico al 5%. In più, l’estratto di ginseng migliora la circolazione e dona energia, il succo di aloe vera lenisce e idrata, mentre il fruttosio e saccarosio illuminano la pelle.

Clarifying Lotion 2 di Clinique

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Esfolia delicatamente la superficie della pelle, eliminando ogni forma di desquamazione e rendendo la pelle più luminosa. Prepara la pelle al trattamento: quando lo strato di opacità e cellule morte è stato rimosso, le formule idratanti e di trattamento penetrano con maggior facilità e agiscono con maggior efficacia. La pelle diventa più morbida e luminosa.

ExsfoNight di Rhea

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Un trattamento che esfolia la pelle delicatamente, accelera il ricambio cellulare, purifica la cute e schiarisce le macchie. Al riseveglio la pelle sarà luminosa grazie a un mix di AHA e PHA (alfaidrossi e poliidrossi acidi) che facilitano l’esfoliazione e il rinnovamento cellulare, conferendo luminosità e uniformità all’incarnato.