Covid, a Ponza è allarme movida: ecco l'ultima "bravata"

Un'immagine di Ponza

Hanno trascorso il pomeriggio sulla bellissima spiaggia del Frontone a Ponza e, al ritorno, hanno pensato di gettarsi in acqua dalle imbarcazioni del servizio di trasporto pubblico nel bel mezzo del porto dell'isola, creando il panico tra chi era impegnato nelle manovre di ingresso per gli ormeggi.

LEGGI ANCHE: Gatto con il Covid in Inghilterra: è la prima volta

Protagonisti della bravata decine di giovani che da giorni, tra mancato utilizzo della mascherina e assembramenti incontrollati, stanno dando non poco lavoro all'amministrazione locale e alle forze dell'ordine.

Nella serata del 27 luglio, la bravata dei ragazzi di ritorno dal Frontone ha causato l'intervento immediato delle forze dell'ordine: oltre alla municipale, anche carabinieri e Finanza, che hanno immediatamente identificato i ragazzi.

GUARDA ANCHE - Roma, movida e zero distanziamento sociale a San Lorenzo

In questi giorni il turismo di giovani provenienti da Roma è fonte di preoccupazione per il sindaco di Ponza, Francesco Ferraiuolo, il quale, pur minimizzando gli episodi conferma di avere "chiesto al questore un ulteriore supporto che arriverà già da martedì. Sono ragazzi e parliamo di episodi che durano qualche giorno, mi risulta che molti giovani romani si danno appuntamento a Ponza tramite i social e vengono qui a trascorrere le vacanze dopo gli esami. Succede da sempre e quest'anno è accaduta la stessa cosa".

LEGGI ANCHE: Pregliasco: "Mascherina? Non se ne può ancora fare a meno"

"Ovviamente - prosegue il sindaco - quanto accaduto stasera al porto è inaccettabile e io stesso ho chiesto l'intervento delle forze dell'ordine". Una movida che molti definiscono incontrollata ma che il sindaco assicura durerà ancora per poco: "Indubbiamente pero' l'isola è piena - ha detto - e tenere tutto sotto controllo e' comunque impegnativo". 

GUARDA ANCHE - De Luca: “I giovani si scambiano i bicchieri: atto idiota”