Covid, 'cocktail monoclonali abbatte carica virale ricoverati'

·1 minuto per la lettura

Il 'cocktail' di anticorpi monoclonali Casirivimab-Imdevimab (Ronapreve*) riduce significativamente la carica virale di pazienti ricoverati con Covid-19, ha comunicato oggi il gruppo farmaceutico svizzero Roche.

Sviluppato insieme alla società biotecnologica newyorkese Regeneron Pharmaceuticals, il mix è stato autorizzato in Giappone nel mese di luglio. Aveva già ricevuto un'autorizzazione d'urgenza o temporanea in Svizzera, Stati Uniti, in Canada, Europa e India. Il principale comitato consultivo dell'Ema, l'Agenzia europea per i medicinali, si è recentemente pronunciato a favore di una piena omologazione e sia la Confederazione elvetica sia l'Ue hanno già riservato lotti della terapia.

"Mentre i vaccini sono efficaci nel prevenire l'ospedalizzazione, resta il bisogno importante" di una terapia "per le persone che sono infettate e ricoverate" evidenzia l'oncologo americano Levi Garraway, Chief Medical Officer di Roche, citato in un comunicato della compagnia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli