Covid, dagli Usa: "la variante inglese colpirà come un uragano"

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

L'epidemiologo Michael Osterholm, che è stato consulente del presidente Joe Biden per la pandemia durante la transizione, lancia un allarme che riguarda la diffusione e le conseguenze della variante inglese del Covid-19.

Considerata particolarmente contagiosa, diventerà “dominante negli Stati Uniti e colpirà gli americani 'come un uragano''. Osterholm, direttore del centro di ricerca sulle malattie infettive dell'Università del Minnesota, ne è certo. La prospettiva arriva mentre gli Usa sono arrivati a confermare 26.185.476 contagi e 441.319 decessi per complicanze, secondo i dati della Johns Hopkins University.

''L'aumento di casi che si avrà con questa nuova variante proveniente dall'Inghilterra si verificherà nelle prossime 6-14 settimane'', ha dichiarato l’esperto alla Nbc. Il ricercatore ha quindi rivolto un appello all'Amministrazione Biden, affinché possano essere vaccinate più persone possibili, perché “l'uragano sta arrivando''. Il rischio è quello che ''avremo una situazione come non l'abbiamo ancora mai vista”.

GUARDA ANCHE - Moderna: “Il nostro vaccino è efficace contro le varianti del virus”