Covid, il microbiologo belga: "La situazione è molto seria"

·2 minuto per la lettura
Coronavirus Piot inizio pandemia
Coronavirus Piot inizio pandemia

Siamo solo all’inizio dell’epidemia, un’epidemia che con ogni probabilità potrebbe ancora durare per diverso tempo. A dichiararlo è il microbiologo belga Peter Piot già noto in passato per diversi suoi studi tra cui quelli fatti su Ebola e Aids. Piot che ricopre tra l’altro il ruolo di consulente speciale della Commissione per la Covid-19, ha illustrato un quadro per nulla rassicurante. Il virus che sta sempre più avanzando potrebbe colpire un maggior numero di famiglie.

Ha poi parlato della difficoltà del virus di eliminarsi completamente specificando che l’unico virus che è stato eradicato in passato è stato il vaiolo. “Con la poliomielite ci siamo vicini”, ha precisato. Il Coronavirus nonostante tutto ha dichiarato il microbiologo ci avrebbe dato modo imparare una lezione, vale a dire agire presto.

Coronavirus, Piot: “Siamo all’inizio”

“La situazione è molto seria e rischia di peggiorare, se non adottiamo misure più drastiche. I numeri sono impressionanti e si tratta di persone. Crescono anche i decessi. Circa mille persone al giorno muoiono di Covid-19: e sono persone“. A dichiararlo è il microbiologo belga e direttore della London School of Hygiene and Tropical Medicine Peter Piot. Ha poi dichiarato che sarà lunga uscire da questa pandemia. “Siamo solo all’inizio della pandemia”, ha evidenziato il microbiologo.

Piot ha poi proseguito parlando della sua esperienza con il Coronavirus del quale ha sofferto per quattro mesi. “Ero esausto, con complicazioni cardiache”, ha detto al riguardo. Infine ha parlato di come è possibile dare una risposta al Coronavirus efficace: “Non dobbiamo aspettare che la gente inizi a morire, con grandi numeri, perché questo segue circa 3-4 settimane dopo l’aumento dei contagi. Ed è sicuro come la notte segue il giorno. Dobbiamo agire quando aumentano i casi, non quando la gente muore”.