Covid, una donna incinta vaccinata ha trasmesso gli anticorpi al figlio

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Buone notizie sul fronte Covid: come riferisce The Guardian, una donna residente nel sud della Florida vaccinata con una dose del vaccino contro il coronavirus mentre era incinta, ha trasmesso i suoi anticorpi al neonato.

La madre, che lavora come operatrice sanitaria nello Stato americano, ha ricevuto la prima iniezione del siero Moderna a gennaio, quando era incinta di 36 settimane. Tre settimane dopo ha dato alla luce una bambina a cui sono state fatte le analisi del sangue, scoprendo che esisteva già una protezione contro l'infezione virale.

VIDEO - Vaccino influenzale, a chi è consigliato e come prenotarsi

Ulteriori studi dovranno determinare in futuro la durata di questa protezione. Il fatto che le donne incinte già vaccinate contro il Covid-19 possano trasmettere la protezione ai figli che portano in grembo, comunque, è stato confermato anche da una ricerca condotta in Israele lo scorso febbraio.

Stando ai risultati comunicati dai suoi autori, sono stati rilevati anticorpi in tutte le donne (una ventina) alle quali sono state somministrate entrambe le dosi del vaccino Pfizer durante il terzo trimestre di gravidanza. Gli anticorpi sono stati trovati anche nei loro neonati, attraverso il trasferimento placentare.

LEGGI ANCHE: Covid e macchie sulla pelle dei bambini: i consigli dei pediatri

I risultati dei ricercatori dell'Hadassah-University Medical Center sono stati pubblicati su MedRxiv e riportati dai media israeliani il 16 marzo.

LEGGI ANCHE: Covid, i 6 campanelli d'allarme sulla pelle

Allo studio israeliano se ne aggiunge un'altro molto simile che rassicura tutte le future mamme: la ricerca, condotta negli Stati Uniti e pubblicata la scorsa settimana, ha confermato che gli anticorpi indotti nelle donne in gravidanza dai vaccini a mRna, come Pfizer e Moderna, sono stati trasferiti ai bambini tramite la placenta o il latte materno.

GUARDA ANCHE - Gravidanza in lockdown, aumenta la depressione nelle donne incinte