Covid, medico illustra le modalità di contagio utilizzando tre bicchieri e dell'aspirina

Coronavirus, medico spiega l’infezione usando solo acqua e aspirine

È diventato virale negli ultimi giorni un video pubblicato dal dottor Juan Rivera, cardiologo e internista del John Hopkins University Hospital, in cui spiega come avviene l’infezione da coronavirus al’interno del nostro organismo. Per farlo, il medico ispanoamericano si è servito di tre bicchieri d’acqua di alcune compresse di aspirina, tramite le quali ha simulato il comportamento del corpo umano quando questo viene a contatto con un agente patogeno esterno, nella fattispecie con il coronavirus Sars-CoV-2.

Coronavirus, medico spiega le modalità dell’infezione


Nell’esperimento del dottor Rivera, i tre bicchieri d’acqua rappresentano altrettante persone che interagiscono con il virus in modalità differenti. Nel primo bicchiere, cioè il paziente che non contrae il coronavirus, l’acqua rimane limpida e cristallina, senza effervescenze che rappresenterebbero l’infezione in atto. Nel secondo bicchiere il medico fa cadere una pastiglie di aspirina, cioè il coronavirus, simulando tramite l’effervescenza generatasi la risposta infiammatoria dell’organismo quando questo viene a contatto con l’agente patogeno. Il dottor Rivera spiega infatti come una bassa carica virale scateni un’infezione più contenuta che non va ad intaccare altre parti del corpo.

Nel terzo bicchiere infine il medico inserisce quattro pastiglie di aspirina, simulando un’infezione ad alta carica virale. In quest’ultimo scenario possiamo vedere l’effervescenza delle aspririne, cioè la riposta infiammatoria generata dal coronavirus, far salire il livello dell’acqua nel bicchiere, rappresentando in questo modo l’infezione stessa che compromette numerosi organi vitali del paziente.