Covid, su tempi terza dose Ema monitora esperienze Israele e Usa

·1 minuto per la lettura

Se dovesse essere ritenuta necessaria, quando andrà somministrata la terza dose di vaccino Covid? E' uno dei punti che l'Agenzia europea del farmaco sta studiando. In questo momento, "monitoriamo attentamente i dati disponibili in varie parti del mondo, come Usa e Israele, per capire la tempistica ottimale per il richiamo". A spiegarlo all'Adnkronos Salute sono fonti qualificate. Mentre dall'ente Ue confermano, rispondendo ad alcune domande sul nodo terza dose, che "i dati sull'efficacia nel mondo reale provenienti dall'Europa e da altre parti del mondo sono di particolare interesse per integrare i dati provenienti da studi clinici che studiano le dosi di richiamo".

In questa fase, precisano dall'agenzia, "non è ancora stato determinato quando potrebbe essere necessaria una dose di richiamo per i vaccini Covid-19 e quali popolazioni dovrebbe essere mirata". E "l'Agenzia sta attualmente esaminando i dati emergenti per formulare raccomandazioni in grado di supportare gli Stati membri nel contesto delle campagne di vaccinazione nazionali".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli