Covid, Ue approva contratto per vaccino Valneva: 60 mln dosi in 2022-23

·1 minuto per la lettura

La Commissione Europea ha approvato un contratto con Valneva per acquistare per conto degli Stati membri dell'Ue quasi 27 milioni di dosi del vaccino anti-Covid della biotech francese nel 2022, se verrà approvato dall'Ema. Il contratto prevede la possibilità che il vaccino sia adattato alle nuove varianti e che gli Stati effettuino ulteriori ordini nel 2023 per acquistare fino a 33 milioni di dosi in più.

Il contratto con Valneva è l'ottavo siglato dalla Commissione per acquistare vaccini anti Covid, dopo quelli firmati con AstraZeneca, Sanofi-Gsk, Janssen Pharmaceutica, BioNtech-Pfizer, CureVac, Moderna e Novavax. Il portafoglio diversificato di vaccini dovrebbe consentire all'Europa di essere ben preparata per la vaccinazione, una volta dimostrate la sicurezza e l'efficacia dei vaccini. Gli Stati membri potrebbero decidere di donare il vaccino ai Paesi a reddito medio-basso o di ridistribuirlo ad altri Paesi europei.

"Il contratto - dice la presidente della Commissione Ursula von der Leyen - prevede che il vaccino possa essere adattato alle nuove varianti. Il nostro ampio portafoglio di vaccini ci aiuterà a contrastare la Covid-19 e le sue varianti in Europa e altrove. La pandemia non è finita. Tutti coloro che possono dovrebbero vaccinarsi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli