Cozze fritte ricetta classica: un piatto della tradizione

Cozze fritte ricetta classica

Una vera pietanza classica, genuina e naturale, sono le cozze fritte.
Si tratta di un piatto che nelle città e nei luoghi di mare, nei tempi passati, era apprezzatissimo e molto diffuso tra la gente poiché le cozze si raccoglievano direttamente sugli scogli, diversamente da oggi, allevate e microbiologicamente trattate. Le cozze fritte restano sempre buonissime, soprattutto se preparate secondo la ricetta classica.

Cozze fritte: ricetta classica

Ingredienti per quattro persone:

  • un uovo;
  • quattro o cinque cucchiai da minestra di farina;
  • due chilogrammi di cozze;
  • olio di arachidi;
  • pepe.

Preparazione

La ricetta è facile e chiunque potrebbe essere in grado di prepararla.

  1. In una padella molto capiente, mettere le cozze insieme con tutta l’acqua che hanno lasciato, insaporire con una spolverata di pepe e coprire con coperchio. Lasciare la padella sul fuoco lento e aspettare che le cozze si siano aperte completamente.
  2. Quando i molluschi saranno completamente aperti, levare la padella dal fuoco e mettere le cozze in un contenitore ampio per lasciarle raffreddare. Prendere qualche cozza per filtrare un pochino di acqua di cottura, aiutandosi con un colino: l’acqua servirà in seguito per preparare la pastella, conservarla, quindi in un barattolo di vetro.
  3. Quando le cozze si saranno ben raffreddate, levarle dalle due valve, il loro guscio, una ad una e sistemarle in un piatto. Per levare le cozze intere, occorre aprire bene le due valve con le mani ed estrarre il mollusco con decisione.
    Una raccomandazione importante in questa fase è di controllare che il bisso, il filo che serve alla cozza per stare attaccata allo scoglio, sia levato completamente dal mollusco, altrimenti sarà sgradevole trovarlo mentre si mangia.
  4. A questo punto si può procedere per la preparazione della pastella. Sbattere energicamente l’uovo in una ciotola di vetro, con l’aiuto di una forchetta e aggiungere un pizzico di sale. Non esagerare con il sale poiché anche l’acqua di cottura che servirà a breve per la pastella contiene del sale: è quello naturale delle cozze.
  5. Mentre si sbattono le uova, aggiungere un po’ per volta la farina, continuando sempre a sbattere con la forchetta: si andrà a creare una pastellina che servirà per friggere le cozze.
  6. Aggiungere, anche, l’acqua di cottura filtrata, anch’essa un pochino per volta. Proseguire a sbattere uovo, farina e acqua fin quando la pastellina avrà la consistenza di una crema che servirà per far agguantare bene tutta la cozza.
  7. Mettere a scaldare l’olio di arachidi in una padella profonda e farlo bollire bene.
  8. Prendere una decina di cozze e metterle nella pastella dando ad esse una bella rigirata, con l’aiuto di una spatola da cucina, in modo che si incorpori tutto.
  9. Controllare che l’olio sia pronto per friggere immergendo un goccio di pastella: se sale in alto, galleggiando e friggendo, l’olio è pronto.
  10. Prendere le cozze ad una a una, con l’aiuto di un cucchiaio e immergerle nell’olio bollente: andranno a fondo e immediatamente risaliranno. Farle friggere e girarle spesso aiutandosi con una spumarola. Se necessario abbassare la fiamma, altrimenti i molluschi si bruceranno: ricordarsi che le cozze sono già state sbollentate prima per far aprire le loro valve, per cui è necessario tenerle poco nell’olio di frittura, giusto il tempo di assumere il classico colore dorato.
  11. Quando saranno ben dorate, levarle dall’olio facendole sgocciolare bene e adagiarle su un piatto con carta assorbente.
  12. Procedere allo stesso modo con le restanti cozze: metterle nella pastella dieci per volta, farle incorporare bene nella pastella, friggerle nell’olio bollente.
  13. Quando terminano le cozze ma rimane della pastella, si può friggere anch’essa: il piatto di cozze fritte si arricchirà con queste saporite frittelline che faranno da giusto accompagnamento.

Consigli per servire

Procurarsi un limone biologico e tagliarlo a fette, lasciando la scorza, per guarnire: usare la fantasia per le fette di limone, affinché siano coreografiche.
Disporre le fettine di limone ai due lati del piatto di portata, disporre al centro le cozze e le frittelline di pastella e servire a tavola.
Le cozze fritte possono essere presentate sia come antipasto in un pasto a base di pesce ma sono ottime anche come secondo piatto.
Buon Appetito.

Ricetta Cozze fritte