Crescere un bambino ben educato: come avere successo

·2 minuto per la lettura
Come crescere un bambino ben educato
Come crescere un bambino ben educato

Cosa significa per te crescere un bambino ben educato? La tua definizione di questa parte fondamentale della genitorialità determinerà il tuo approccio ad essa. Se pensi che disciplinare tuo figlio sia come addestrarlo a fare quello che vuoi tu, sarai frustrata. Dall’altro lato, se pensi alla disciplina come a insegnare a tuo figlio i limiti di un comportamento accettabile, puoi aiutarlo a diventare una persona responsabile e indipendente.

Per ridurre le lotte di potere mentre il tuo bambino cerca l’indipendenza, assicurati di trattarlo come vorresti essere trattata tu. Prova il compromesso invece dei comandi: risponderà in modo più amichevole.

Come crescere un bambino ben educato

Stabilisci delle regole, ma mantienile semplici e poche – un bambino non è in grado di tenere conto di più di qualche aspettativa di base. Rendi coerente l’applicazione delle regole domestiche e mantieni il senso dell’umorismo. Ricorda che il tuo bambino è un “lavoro in corso” e non puoi aspettarti che si comporti sempre come vuoi tu.

Trova il modo di porre dei limiti (e usa le tue parole) per assicurargli che anche quando fa qualcosa che non vuoi che faccia, lo ami e lo accetti comunque. Puoi impedirgli gentilmente e fermamente di fare del male a se stesso o a qualcun altro dicendo: “No, non posso lasciartelo fare”, spostandolo fisicamente e poi rassicurandolo che gli vuoi bene.

Come crescere un bambino ben educato consigli
Come crescere un bambino ben educato consigli

Altri sviluppi: cambiamenti nel sonno

Mentre ogni bambino opera secondo il proprio programma di sonno, il bambino medio dorme tra le dieci e le tredici ore al giorno. A 19 mesi la maggior parte dei bambini ha rinunciato al pisolino mattutino, ma dorme ancora per circa due ore nel pomeriggio. Se ti accorgi che anche un solo pisolino ringiovanisce il tuo bambino al punto che non vuole scendere la sera senza lottare, potresti scegliere di scambiare il tempo “tranquillo” del pomeriggio, leggendo o giocando tranquillamente in casa, con un pisolino.

Anche un bambino stanco cercherà di rimandare l’ora della nanna, almeno occasionalmente. Adora stare con te, e una volta che si rende conto che andare a letto significa che si perde qualche azione domestica, ti metterà alla prova con una varietà di tattiche di ritardo. Queste strategie possono essere divertenti all’inizio, ma diventeranno presto stancanti. La cosa migliore è trovare una routine per andare a letto, come un bagno, una storia e una canzone, che funzioni, e attenersi ad essa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli