Cristalloterapia: come funziona e benefici

·2 minuto per la lettura
cristalloterapia
cristalloterapia

La cristalloterapia è una disciplina che prevede l’utilizzo dei cristalli a scopo terapeutico, per prendersi cura dell’organismo, della mente e dell’anima. Scopriamone insieme le caratteristiche.

Cristalloterapia: in che modo le pietre influenzano l’organismo?

La cristalloterapia veniva praticata già nei tempi antichi, e le popolazioni conoscevano molto bene le influenze positive dei cristalli e delle pietre sul corpo, sulla mente e sull’anima.

La cristalloterapia, infatti, è in grado di equilibrare i nostri stati emozionali, donandoci chiarezza mentale e calma interiore. Così facendo, le pietre ci aiutano a guarire da vecchie ferite e traumi interiori, aiutandoci a ritrovare noi stessi e ad aprirci a nuove strade e prospettive. I minerali, quindi, ci aiutano a progredire nella nostra crescita personale e nel continuo miglioramento di noi stessi.

Cristalloterapia: quali sono i benefici?

Sono diversi i benefici che la cristalloterapia apporta al nostro benessere psico-fisico. La disciplina aiuta ad armonizzare corpo, mente e spirito, donandoci una profonda sensazione di benessere. Inoltre, i cristalli sono in grado di armonizzare anche l’ambiente in cui viviamo, trasmettendo benessere e pace anche nei luoghi in cui viviamo e trascorriamo la maggior parte del nostro tempo.

Alcuni cristalli sono benefici per chi è molto emotivo o soffre di ansia, come la pietra di luna e il quarzo, mentre altri, come la tormalina e l’ossidiana, aiutano a portare fuori vecchi traumi seppelliti nel nostro inconscio.

Esistono poi alcuni cristalli che favoriscono il sonno e il buon riposo, come lo smeraldo, l’ametista e il calcedonio blu, mentre altri, come la malachite, ci aiutano a ricordare i sogni: basterà mettere la pietra sotto al cuscino per mantenere la memoria di ciò che abbiamo sognato.

Le pietre aiutano anche a rimuovere blocchi o ristagni energetici: basta applicare il minerale nella zona del chakra da trattare. Ancora, alcuni cristalli come il quarzo citrino o il cristallo di rocca aiutano ad armonizzare l’intero sistema dei chakra.

Infine, la cristalloterapia favorisce la meditazione, ci aiuta a concentrarci sul qui e ora e ci rende più consapevoli favorendo l’ascolto di noi stessi. Sono perfetti in questo senso pietre come il quarzo rosa, il cristallo di rocca, l’ametista e il legno fossile.

Cristalloterapia: come si pratica?

La cristalloterapia ha origini indiane ed è una medicina alternativa che si basa sulla capacità del corpo umano di assorbire le energie per ristabilire lo stato di benessere fisico e psichico attraverso i chakra. Questi ultimi sono dei centri energetici collocati lungo la spina dorsale, che assorbono l’energia vitale dei cristalli.

Per praticare tale disciplina, quindi, basterà mettere in contatto i chakra con determinati cristalli, ognuno dei quali sprigiona un’energia che cura un disturbo. La cristalloterapia è particolarmente utile per curare stati di ansia, disturbi di origine psicosomatica, nervosismo e depressione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli