Crolla fabbricato nell'Aquilano, morti due operai

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Tragedia in provincia dell'Aquila. Due operai di 40 e 60 anni sono morti nel pomeriggio del 13 marzo a causa del crollo del fabbricato che stava demolendo. La tragedia è avvenuta nel centro storico di San Pio delle Camere, nell’ambito di un intervento di ricostruzione di uno stabile danneggiato dal terremoto del 2009.

La conferma dei due decessi è arrivata dai soccorritori che in un primo momento avevano sentito i lamenti dei due operai romeni, confidando di poterli salvare. I corpi non sono stati ancora recuperati, per la necessità di mettere in sicurezza l’area interessata dal crollo. Sul posto stanno operando, oltre ai vigili del fuoco e ai carabinieri, anche il magistrato della Procura della Repubblica dell’Aquila.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di L’Aquila e Sulmona, i colleghi di Chieti e dell’USAR di Roma, i carabinieri e i sanitari del 118 con l’ausilio di un elicottero. I due operai sarebbero stati travolti da un muro venuto giù probabilmente per le vibrazioni provocate da un versante del fabbricato dove era in atto la demolizione. Nel cantiere stavano lavorando 6 persone, 4 operai sono riusciti a salvarsi. 

GUARDA ANCHE - Napoli, crolla muro adiacente chiesa