Cura denti bimbi

·4 minuto per la lettura
come tenere i denti dei bambini sani
come tenere i denti dei bambini sani

Chi è genitore sa benissimo che la cura del cavo orale dei propri figli piccoli è fondamentale per la salute dei denti. Un bel sorriso è il biglietto da visita di ognuno di noi e bisogna iniziare da piccoli a praticare una corretta prevenzione di eventuali malattie dentali.

Come tenere i denti dei bambini sani

Non tutti sanno che la malattia infettiva più frequente al mondo è la carie e anzi si stima che solo il 10% della popolazione mondiale si salvi da essa. Per sconfiggere la carie è necessario: rimuovere il più possibile il cibo per via dei batteri che si possono formare fra i denti e cercare di fortificare i denti. Per impedire la formazione della carie, bisogna che i piccoli vengano educati ad una corretta igiene orale con lavaggi frequenti da effettuarsi con un buon dentifricio al fluoro, spazzolino, filo interdentale e una corretta alimentazione.

Durante la pandemia dal Covid-19 è più difficile prenotare ed effettuare visite dentistiche, ma la maggioranza dei genitori hanno registrato un incremento positivo nella cura di denti e gengive a casa da parte dei propri figli.

Lo spazzolino

C’è chi preferisce usare lo spazzolino manuale e chi quello elettrico. Nei primi anni di vita del bambino è meglio usare lo spazzolino manuale e poi si può passare anche a quello elettrico (che funziona a batteria elettrica, è automatico e aiuta a rimuovere un maggior numero di residui di cibo in minor tempo). Il genitore può aiutare nell’uso di questo strumento per rimuovere lo sporco nelle zone della bocca più difficili da raggiungere per il bambino.

Frequenza e modalità di lavaggio

Per evitare efficacemente la formazione della carie, si raccomanda ai bambini di lavare i denti dopo ogni pasto principale o non: in poche parole ogni volta che il bambino mangia deve poi lavare i denti. Ogni sei mesi si raccomanda la pulizia dei denti dal dentista a partire dalla nascita del primo dente. Questi controlli sono un mezzo efficace per identificare e trattare la carie, per applicare trattamenti protettivi al fluoro e per educare sia i genitori che i figli a una buona igiene dentale. Ai bambini deve essere insegnato che i denti si lavano dalla gengiva al dente con movimenti verticali dello spazzolino.

Il dentifricio

Non è importante la marca, l’importante è la quantità di fluoro che deve essere almeno mille parti per milione: con questa quantità di fluoro, il dentifricio è adatto dai tre anni in su. La bocca non va sciacquata molto perché il fluoro è come se fosse una crema per i denti che deve rimanere attaccato per proteggerli. Da 1 a 3 anni va bene usare lo spazzolino, ma non il dentifricio perché i bambini così piccoli potrebbero ingerirlo.

Per i bambini dai 3 ai 6 anni è bene controllare il contenuto del fluoro che non deve essere superiore a 500ppm, nel dentifricio inoltre non devono esserci conservanti o al massimo uno di natura alimentare e nessun colorante. I bambini di questa età devono usare il dentifricio con l’aiuto di un adulto.

Per i più piccoli si possono usare gusti di dentifricio accattivanti come chewingum, fragola o arancia. Dopo l’apertura il dentifricio va conservato al massimo per 12 mesi.

Il filo interdentale

Con lo spazzolino è impossibile raggiungere lo spazio fra i denti. È utile quindi passare il filo interdentale ogni volta, dopo aver lavato i denti, cercando anche di abbinarlo ad un po’ di dentifricio al fluoro in maniera da rinforzare quelle zone. Il passaggio del filo interdentale è una buona abitudine che i bambini devono imparare e mantenere anche da adulti per evitare e prevenire soprattutto la formazione del tartaro.

Per i primi tempi saranno i genitori ad aiutare il bambino nell’uso del filo interdentale (che va impugnato tra pollice ed indice ed avvolto intorno a quest’ultimo). Si dovrà formare un’ansa a “c” intorno a ciascun dente e far scorrere avanti e indietro e dalla punta del dente alla base verso la gengiva.

Apparecchio per i denti

È molto diffuso per favorire il corretto sviluppo della dentizione e risolvere problemi come la mal occlusione e i denti storti. Attualmente circa il 50-65% dei bambini ricorre all’apparecchio per i denti. L’apparecchio può essere messo a tutte le età: sia nei bambini con denti da latte che con dentatura mista. Nella fase in cui cominciano a spuntare i denti permanenti, è preferibile posizionare una apparecchiatura funzionale o ortopedica per facilitare un corretto sviluppo delle ossa mascellari. È bene iniziare a curare i denti dai primi anni di vita, la prima visita dentistica andrebbe fatta tre i 3 e i 5 anni, mentre l’apparecchio per i denti può essere messo intorno ai 6-7 anni.