Da 12 maggio torna fiera del trasporto e della logistica Transpotec

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 13 apr. (askanews) - Dal 12 al 15 maggio Fiera Milano sarà di nuovo dopo quasi tre anni al centro del dibattito nazionale sul trasporto e la logistica con la fiera Transpotec Logitec. Quattro giorni esposizioni e confronti a 360 gradi sulle criticità del settore, come il rincaro dei carburanti, la transizione ecologica e la carenza di autotrasportatori, ma anche sulle opportunità come quelle offerte dal Pnrr. I fondi straordinari in arrivo dall'Ue da una parte e la Legge di Bilancio del Governo dall'altra hanno infatti posto le basi per modernizzare e rendere più ecologiche le infrastrutture e la mobilità, oltre a sostenere le imprese di autotrasporto profondamente colpite dall'incremento del gasolio.

Un fondo per consentire di ridurre le accise sul gasolio, uno stanziamento aggiuntivo per la riduzione compensata dei pedaggi e la riduzione delle spese non documentate, nuovi fondi per il Marebonus e il Ferrobonus sono solo alcune delle misure previste. Misure a cui si devono aggiungere i 100 milioni di euro stanziati dal Mims per il rinnovo del parco veicolare che consentiranno la rottamazione dei mezzi più inquinanti per sostituirli con veicoli di ultima generazione. Il tutto per trasformare un settore ancora composto da ben 100.000 imprese, molte delle quali composte anche da un solo mezzo, e con un parco veicolare che, tra i veicoli pesanti, ha per l'82% almeno 10 anni di età.

A vigilare sulla legalità di questa trasformazione sarà l'Albo degli Autotrasportatori, organismo del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, rappresentato alla presentazione della fiera dal presidente Enrico Finocchi, in vodeocollegamento da Roma. "È un mondo - ha sottolineato - che sta vivendo sfide importanti, davvero c'è bisogno di fare squadra per sostenere l'economia italiana. I fondi ci sono, si deve però erogarli in fretta perché c'è un problema di mancanza di liquidità". Un problema evidenziato anche dal presidente di Fai-Conftrasporto, Paolo Uggè, secondo il quale oggi per fare il pieno di gasolio a un Tir servono 1.200 euro. "Con l'intervento del viceministro Bellanova sono stati stanziati 500 milioni che si andranno ad aggiungere al taglio di 21 centesimi al litro delle accise. È un problema reale e urgente, ma quando poi si tratta di rendere operativi i provvedimenti si rallenta. Dobbiamo accelerare e realizzare i protocolli d'intesa sottoscritti nei ministeri".