Da oggi ognuno può decidere se mostrare o nascondere i propri like su Instagram

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Christian Vierig - Getty Images
Photo credit: Christian Vierig - Getty Images

Mostrare o nascondere? Da oggi l'annosa questione che ogni giorno attanaglia milioni di utenti nel fatale momento in cui decidono di aggiornare il proprio profilo social non riguarderà più i post pubblicati, ma il numero di like che ciascuno sarà in grado di collezionare. Dopo la decisione di Instagram del 2019 di nascondere i "mi piace" dalle bacheche degli utenti, oggi la piattaforma lancia la sua ennesima rivoluziona social(e) e rintroduce gli amati — o temuti, dipende dal punto di vista — cuoricini che ciascuno potrà decidere finalmente in autonomia se mostrare o meno ai propri follower.

Photo credit: Luis Alvarez - Getty Images
Photo credit: Luis Alvarez - Getty Images

Se due anni fa la più famosa app di foto e filtri aveva deciso di porre fine alla schiavitù dei like, divenuta per alcuni iscritti una vera ossessione tanto da compromettere la qualità dei contenuti in cambio di un vasto seguito, oggi Instagram fa un passo ulteriore e introduce la possibilità di scegliere se e quando mostrare il livello di gradimento di ogni post pubblicato. Un cambiamento che vale anche retroattivamente per i contenuti già online e che non avrà alcuna influenza sull'algoritmo della pagina, il che significa che i post popolari saranno ancora posizionati nella parte superiore dei feed senza che business e popolarità vengano intaccati. Basterà selezionare direttamente dal post la funzionalità — disponibile anche su Facebook — "Nascondi il numero di Mi piace": in questo modo i contenuti più importanti continueranno a essere visibili senza che l'esperienza online si trasformi in qualcosa di tossico per l'utente alla continua ricerca dell'approvazione altrui.

Photo credit: Flashpop - Getty Images
Photo credit: Flashpop - Getty Images

Se è vero che spesso è il mercato che crea un bisogno e spinge i consumatori ad acquistare un bene o un servizio, è altrettanto vero che nei social sono gli utenti a dettare, almeno in parte, le regole del gioco. E queste regole negli ultimi anni sono cambiate. Se prima gli influencer millennial abusavano del fotoritocco alla ricerca dello scatto perfetto, oggi la Generazione Zero, nata con Photoshop, cerca su Instagram un'esperienza più reale e concreta, dove anche l'estetica dei contenuti pubblicati cambia. Poco importa che le foto siano sgranate o mosse, quello che interessa è cogliere l'attimo e condividere con i propri amici l'essenza di un momento che si pensa sarà irripetibile. Dare agli utenti la possibilità di decidere se mostrare o nascondere una manciata di cuori non è che il risultato di come la sensibilità verso il mondo virtuale stia cambiando. C'è più voglia di autenticità e oggi anche Instagram l'ha capito.