Dall'Ilva vola via anche la bandiera Mittal

Giuseppe Colombo
Ex Ilva

Dentro lo stabilimento ex Ilva di Taranto, zona dedicata all’infermeria e alla mensa. Alle spalle c’è il capannone della carpenteria. Lungo il viale interno a cui si accede dall’ingresso riservato alla direzione, le tre aste che svettano sono spoglie. Fino a stamattina tenevano su tre bandiere: una di Mittal, il tricolore e il vessillo dell’Unione europea. Ora non più. “Dall’azienda ci hanno detto che è stato il maltempo”, spiegano fonti sindacali a Huffpost. È un giorno cupo per gli operai perché i legali del colosso dell’acciaio hanno messo sul tavolo del presidente del tribunale di Milano l’atto di citazione con cui si chiede il recesso del contratto d’affitto. Le bandiere volate via danno volto a un impianto che si sta spegnendo. 

Mentre il governo è alle prese con i dissidi interni che bloccano la messa a punto di una controproposta da sottoporre a Mittal, l’ex Ilva si sta fermando. Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, traccia un quadro delle ultime ore che è drammatico: “Non è possibile che si continui a parlare solamente del contenzioso giudiziario mentre gli stabilimenti si stanno fermando, con effetti irreversibili per la continuità produttiva. La più grande acciaieria europea da un momento all’altro si spegnerà”.

I dettagli rivelano un dato di fatto incontrovertibile: l’azienda sta dando seguito alla sua decisione di lasciare Taranto non solo in tribunale, ma anche nella fabbrica. È lo stesso Palombella a riferire che è stata chiusa una linea di agglomerato su due, sono stati chiusi il treno nastri 1, il treno lamiere, tubifici 1 e 2, il laminatoio a freddo, decapaggio del treno a freddo, le colate continue sono diminuite da 5 a 3. Rimangono in funzione in alternanza le acciaierie 1 e 2 e il Tubificio Erw.

Le stesse fonti parlano di un clima di desolazione dentro la fabbrica. E di spavento, oggi, per l’incidente avvenuto nell’acciaieria 2, dove una siviera, cioè un grosso contenitore che...

Continua a leggere su HuffPost