Dall'olio di Argan marocchino al nude look coreano, le beauty routine più affascinanti dal mondo

·3 minuto per la lettura

Io un mondo sempre più globalizzato, i trend e le mode si diffondono a livello planetario velocemente, fondendosi e mescolandosi. La contaminazione è la parola chiave anche del mondo beauty, dove quotidianamente attingiamo da tips & tricks da tutto il mondo adattandoli alle nostre esigenze. Abiby, realtà del settore specializzata in beauty box su abbonamento nota per la continua ricerca su brand e prodotti, ha stilato i cinque segreti di bellezza da altrettanti angoli del pianeta che hanno cambiato per sempre le nostre routine e le nostre abitudini, facendoci scoprire nuovi metodi e tecniche.

L'Olio di Argan: dal Marocco l'ingrediente più prezioso

Partiamo col nostro viaggio dall'Africa e in particolare dal Marocco, dove viene coltivata l'argania spinosa, pianta dalla quale viene ricavato l'olio di Argan. Scoperto dall'Occidente solo ultimi anni, è già diventato un must have per le sue molteplici proprietà. Infatti, oltre a essere un potente ed efficace antirughe grazie alle vitamine e agli omega 6, è ottimo anche per il corpo e soprattutto per i capelli, per nutrirli e lucidarli.

La cheratina: la rivoluzione anti-crespo è brasiliana

Ci spostiamo in Sudamerica, in Brasile per la precisione, paese che per primo ha iniziato a sfruttare la cheratina per la cura dei capelli. Questa proteina, contenuta naturalmente del fusto del nostro capello, non solo rende i capelli molto più morbidi e idratati, ma è uno dei migliori anti crespo in assoluto. Per questo nel paese sudamericano è da sempre utilizzata per trattare i capelli ricci: ora è conosciuta ovunque.

Make-up-non-make-up: l'Estremo Oriente riscrive il concetto di minimalismo

La pandemia ci ha costretto a rivedere il nostro approccio con il make-up, portandoci ad essere più minimalisti e a preferire l'utilizzo di pochi prodotti se non addirittura nessuno, in favore invece di una buona skincare. Ma ci sono alcuni paesi dove questa pratica è sostenuta da anni: stiamo parlando della Corea ma soprattutto del Giappone, dove il trucco è naturalissimo e impercettibile, assolutamente impalpabile ed esclusivamente perfezionante, senza farsi notare sul volto. Da qui ai prossimi anni, questo sarà il trend dominante anche dalle nostre parti.

La papaia: un esplosione di vitamine dalla lontana Australia

La prossima tappa è in Oceania, in Australia, dove la papaia non è solo un frutto dolcissimo, ma anche un vero e proprio ingrediente di bellezza. Essendo ricca di complessi vitaminici è molto nutriente ed idratante, perciò funziona da toccasana per la pelle: purifica, perfeziona ma soprattutto combatte le rughe. Inoltre, ha proprietà lenitive, per questo è perfetta su scottature, bruciature e punture d'insetto.

Lo spray anti-maskne: dalla Francia la soluzione per il problema dell'anno

Indossare la mascherina per molte ore tra sfregamento, vapore acqueo e impurità, ha portato moltissime persone ad avere a che fare con la maskne, la cosiddetta acne da mascherina. Questo dispositivo ci accompagna da oltre un anno e lo farò ancora per i prossimi mesi: abbiamo imparato a conviverci ma anche a cercare un rimedio efficace contro gli "effetti collaterali", come brufoli, desquamazioni e irritazioni.

Oltre a cambiare e lavare spesso la mascherina, dobbiamo tenere costantemente idrata la pelle, bevendo molto e utilizzando prodotti specifici, come gli spray anti maskne. Nati in Francia, sono ormai un must have nel beauty case di tutti: si spruzzano sul viso al mattino e si applicano durante la giornata per mantenere la pelle sempre compatta e idratata.