Davvero Grey's Anatomy sta per finire?

Di Francesca D'Angelo
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Courtesy Photo
Photo credit: Courtesy Photo

From ELLE

Calma. Prima di farvi prendere dal panico, ricordatevi che abbiamo pur sempre usato il condizionale: "Potrebbe finire". Però, sì, ve lo dobbiamo dire: c'è il rischio concreto che la 17esima stagione di Grey's Anatomy, ossia quella attualmente in onda su Fox, possa essere anche l'ultima. Forever and ever.

La notizia ha dell'incredibile visto che 1) la celebre serie tv macina ancora ascolti pazzeschi, in Italia quanto Oltreoceano 2) prima di chiudere baracca e burattini è buona norma preparare spiritualmente i fan, dando loro il tempo di metabolizzare l'imminente lutto. Tuttavia a intonare il de profundis di Grey's Anatomy non è la prima mitomane seriale in circolazione, bensì una delle anime dello show ossia Krista Vernoff. “Sto lavorando a un finale di stagione che possa funzionare anche come series finale. Non è facile e non è proprio quello che vorrei fare”, ha dichiarato all'Hollywood Reporter la famosa showrunner e sceneggiatrice, "Ho chiesto alla produzione di avere notizie sul futuro di Grey's Anatomy prima della fine di questa stagione: devo sapere se sarà l’ultima perché prevedo dei cambiamenti per alcuni personaggi, ma devo sapere cosa succederà per adattarne il destino. Ho delle idee in entrambi i casi, ma una cosa è scrivere una chiusura definitiva per i personaggi, un’altra è scrivere una puntata che mi permetta un minimo di cliffhanger e di ‘benzina’ per la prossima stagione. Sto cercando di lavorare a entrambi gli scenari”.

Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

A questo punto vi starete tutti chiedendo perché: come mai Shonda Rhimes vuole liberarsi della sua amata creatura, se non addirittura quella più riuscita? La prima risposta che ci rifilano è "colpa del Covid" ma suona ormai come il grande alibi buono per tutte le stagioni. In Italia, per dire, i set sono comunque aperti e noi non abbiamo tutti i vaccini che hanno gli americani. Vero è che negli Usa la sanità non è come la nostra e che la pandemia ha obbligato Grey's anatomy a un lungo stop... ma il Covid non sarà per sempre. La fine di una serie tv invece sì.

L'altra ragione è più credibile e va sotto la voce "soldi". Consapevole del suo ruolo nello show, Ellen Pompeo è passata a batter cassa: se non le alzano il cachet, non se ne fa più nulla. E dire che la Pompeo è già una delle attrici più pagate di Hollywood... Ma tant'è. Capite bene che senza di lei, Grey's Anatomy non ha più senso. Terza e ultima ragione, che per la verità aggiungiamo noi: Shonda Rhimes è passata a Netflix. La più potente produttrice di Hollywood è legata alla piattaforma da un bel contratto in esclusiva e per loro ha già sfornato il fenomeno Bridgerton. Ecco, forse avere un fenomeno altrettanto forte, ma in onda su una rete competitor, potrebbe infastidire i nuovi datori di lavoro.

Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

Lo scenario è indubbiamente sfaccettato e, a occhio, non depone a favore della sopravvivenza di Grey's Anatomy. C'è naturalmente chi spera almeno in una stagione numero 18, in modo da avere il sopra invocato tempo per razionalizzare la perdita. Però, appunto: una 18esima stagione, non di più...