Deltacron, cos’è la nuova variante del virus scoperta a Cipro che combina Delta e Omicron

·1 minuto per la lettura
deltacron cos'è
deltacron cos'è

Mentre l’intera Europa sta facendo i conti con la diffusione della variante Omicron, le autorità sanitarie di Cipro hanno individuato una nuova mutazione che combina le caratteristiche di Omicron e Delta ed è stata per questo ribattezzata Deltacron.

Deltacron: cos’è e cosa sappiamo

Identificata al momento in 25 soggetti (ma i numeri reali potrebbero essere più alti), il docente di scienze biologiche all’Università di Cipro Leondios Kostrikis ha spiegato che al momento la variante è più frequente tra i pazienti positivi ricoverati in ospedale rispetto che tra i soggetti non ospedalizzati.

Al momento non è ancora possibile stabilire se questo ceppo è più patologico, più contagioso o se prevarrà su Delta e Omicron. L’ipotesi di Kostrikis è che venga sovrastato da quest’ultima, rivelatasi molto più facilmente diffondibile. I ricercatori hanno comunque già inviato le sequenze genetiche al database internazionale “Gisaid” dell’Istituto Pasteur di Parigi per approfondire gli studi.

Deltacron, cos’è e cosa sappiamo: parla Gilestro

Tra le poche informazioni disponibili su Deltacron ci sono anche quelle espresse dal professore di Neurobiologia all’Imperial College di Londra Giorgio Gilestro. “Una variante ricombinante Delta/Omicron si è quasi sicuramente già formata da qualche parte ma il fatto che si formi non basta: deve essere anche più performante di Omicron per diffondersi e questo è molto difficile“.

I casi riportati a Cipro, ha continuato, sono quasi sicuramente un artefatto del sequenziamento ma è ancora presto per determinare le caratteristiche della mutazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli