Demi Lovato ammette: ‘Ho fatto soffrire la mia famiglia’


Demi Lovato ha affermato che il periodo di riabilitazione seguito all'overdose del 2018 le ha insegnato molte cose.
L'artista, che ha rischiato seriamente la vita a causa di un cocktail quasi letale di droghe e farmaci, a Zane Lowe di "Apple Music 1" ha detto: "La riabilitazione è molto importante. Il periodo di recupero dopo aver avuto un'overdose è fondamentale per capire determinate cose. Ti metti in discussione, devi imparare ad amarti di nuovo e con il tempo torna anche la fiducia".
"Non ho mai saltato un momento della riabilitazione. Volevo che le persone potessero di nuovo tornare a fidarsi di me. E' stata un'esperienza di apprendimento, in cui la gente deve imparare a ridarti fiducia. L'unico modo in cui possono farlo è metterti alla prova, non solo con le parole ma anche con i gesti. Tutto è utile per la tua guarigione", ha aggiunto.
La cantante 29enne ha poi ammesso che non sarebbe mai riuscita a farcela senza il supporto della sua famiglia.
"La mia famiglia è stata incredibile. Non sono il primo caso, ci sono altre persone della famiglia che hanno avuto problemi con le dipendenze quindi sapevano già come comportarsi con me", ha affermato.
Quando le è staro chiesto se ancora oggi sono preoccupati per loro, Demi ha risposto: "Certo, assolutamente. Probabilmente questa paura che io possa ricaderci non andrà mai via con tutto quello che gli ho fatto passare. Per colpa delle mie azioni hanno sofferto molto".