Demi Lovato: «Ho iniziato a usare oppiacei a 13 anni»

Demi Lovato ha iniziato a far utilizzo di droghe e alcol all’età di 13 anni.

Durante un episodio del podcast Call Her Daddy, la cantante ha raccontato l’origine della sua lunga e dolorosa dipendenza da sostanze, iniziata dopo un incidente stradale per cui le vennero prescritti dei farmaci antidolorifici a base di oppiacei.

«Ho iniziato a sperimentare per la prima volta quando avevo 12 o 13 anni», ha detto alla conduttrice Alexandra Cooper. «Avevo avuto un incidente stradale e mi prescrissero degli oppiacei. Mia mamma non pensava di dover nascondere quei farmaci a una ragazzina di 13 anni, ma io a quell’età avevo già iniziato a bere. Ero vittima dei bulli e quello era un modo per evadere».

La madre Dianna nascose le pillole dopo essersi accorta dell’abuso da parte della giovane figlia.

Demi ha confidato di aver consumato litri e litri di alcolici durante l’adolescenza. Una volta arrivò addirittura a rubare della birra dal frigorifero del patrigno: «Quello fu un grave campanello d’allarme».

Qualche anno dopo arrivò la prima esperienza con la cocaina. «A 17 anni ho assunto cocaina per la prima volta. Mi piaceva molto, ma dopo aver compiuto 18 anni ero già in un centro di riabilitazione».

Durante il primo periodo di rehab, Demi venne curata per abuso di sostanze, disturbi alimentari e autolesionismo.

Nel giugno 2018, la cantante ebbe una brutta ricaduta dopo sei anni di totale sobrietà; il mese dopo venne trasportata con urgenza in ospedale per un’overdose, che stava per costarle la vita.