Deumidificatore: come funziona e le offerte

deumidificatore

Quando l’intonaco comincia a staccarsi dai muri, il legno dei mobili tende a marcire, sono alcuni segnali che fanno capire che in casa è presente molta umidità. Per risolvere questo problema, il deumidificatore è sicuramente la soluzione più adatta. Ecco il funzionamento di questo strumento e le promozioni che si possono trovare online.

Deumidificatore

Per risolvere i problemi di umidità e allo stesso tempo purificare l’aria per stare meglio, è un ottimo dispositivo in quanto permette anche di proteggersi da eventuali malanni di stagione, quali raffreddore o i primi sintomi influenzali. Eliminano l’umidità che è eccessiva in un determinato ambiente trasformandola in acqua da raccogliere poi nel contenitore specifico.

Il costo è leggermente diverso da un climatizzatore. Prima di capire quale scegliere per il proprio ambiente e le stanze della casa, si consiglia di verificare alcuni fattori che possono essere d’aiuto nell’acquisto. Il volume dell’ambiente in cui lo posizionate, la temperatura, insieme alla presenza di filtri per purificare l’aria, il peso, oltre a regolare il grado di umidità sono tutti fattori che è necessario prendere in considerazione per una scelta adeguata e sicura.

Non è facile scegliere quale modello di deumidificatore dal momento che sono tantissimi i modelli presenti in commercio a seconda delle esigenze di ognuno:

  • Fissi e portatili: i primi sono considerati maggiormente efficaci, mentre i secondi possono essere trasportati in più stanze a seconda del grado di umidità che è presente
  • Essiccativi: quando la deumidificazione avviene tramite materiali essiccanti, come il gel di silice, sono rumorosi e di solito si adattano bene al soggiorno
  • Meccanico-refrigerativi: funzionano meglio in ambienti caldi e non sono consigliati in luoghi in cui le temperature sono particolarmente rigide. L’aria si aspira tramite una ventola per poi essere spinta tramite una serpentina di raffreddamento.

Deumidificatore: come funziona

Uno strumento che va benissimo sia in inverno che estate in casa in quanto permette di avere un clima sereno e asciutto all’interno della propria abitazione. Come dice la parola stessa, il deumidifcatore ha il compito di deumidificare la stanza, quindi eliminare l’umidità in eccesso nei luoghi in cui solitamente si posiziona.

Solitamente si preferiscono quelli portatili in quanto non sono particolarmente ingombranti ed è possibile trasportarli facilmente da un luogo all’altro della casa senza problemi a seconda delle esigenze e delle necessità. Funzionano in modo molto semplice, perché non appena si attacca la presa alla corrente elettrica, comincia ad aspirare aria per poi spingerla con una ventola che agisce tramite un gas refrigerante.

In seguito, il vapore acqueo si condensa e l’acqua è poi raccolta nel serbatoio o vaschetta che bisogna svuotare appena è piena. A differenza di un condizionatore, il deumidificatore non raffredda o riscalda l’aria circostante. In estate, eliminare il vapore acqueo all’aria porta a stare meglio e, quindi, a percepire meno calore.

Un deumidificatore in casa è la giusta soluzione in quanto combatte l’afa in estate e il freddo umido, soprattutto in case che risultano essere isolate male o che sono comunque poco soleggiate. Un ambiente umido rischia di essere dannoso per la salute in quanto causa raffreddori, allergie e altri problemi.