Diasorin lancia nuovo test per distinguere tra infezioni batteriche e virali

·1 minuto per la lettura

Si chiama Liaison MeMed un nuovo strumento diagnostico per laboratori e medici lanciato da Diasorin che permette un’accurata differenziazione tra infezioni virali e batteriche. Il test, che si inserisce nel contesto dell’accordo di licenza firmato con MeMed e disponibile in tutti i Paesi che accettano la marcatura Ce, spiega una nota, è un signature test delle proteine basato sulla risposta immunitaria dei pazienti che può rappresentare uno strumento strategico per contrastare il fenomeno dell’antibiotico-resistenza.

Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, infatti, l’antibiotico-resistenza è una delle 10 principali minacce alla salute pubblica per l’umanità e si stima che ogni anno sia causa di 700.000 decessi, di cui 33.000 solo in Europa. Analizzando la risposta immunitaria dei pazienti, ed evitando quindi la ricerca diretta dell’agente patogeno, il nuovo test di DiaSorin, prosegue la nota, supplisce alle altre tecnologie convenzionali e offre informazioni utili per la gestione del percorso clinico, portando ad una somministrazione più oculata di farmaci antibiotici e antivirali e ad una diagnosi più rapida e completa della patologia che ha provocato l’infezione.

"Il nuovo test - sottolinea Carlo Rosa, ceo di Diasorin - è strategico per il nostro futuro e si posiziona come un innovativo strumento diagnostico per laboratori e medici. Il test ha una valenza clinica rilevante, in quanto offre in maniera accurata e informata un ulteriore supporto nella definizione del percorso clinico dei pazienti, accelerandone il percorso verso l’auspicata guarigione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli