Dieta detox per preservare l'intestino

·2 minuto per la lettura
disintossicazione intestinale
disintossicazione intestinale

La disintossicazione intestinale è una pratica di medicina alternativa che ha lo scopo di eliminare dall’intestino tutte le scorie che si accumulano. I benefici di questa metodologia sono legati al fatto che, liberando l’organo dalle sostanze dannose, è possibile migliorare la salute dell’intero organismo. Sono molte le persone che stanno avvicinando a questa pratica, ma non esistono ancora delle evidenze scientifiche capaci di confermarne gli effetti benefici.

Disintossicazione intestinale: i dettagli

La disintossicazione intestinale si basa sull’idea che depurando l’intestino è possibile eliminare dall’organo le tossine e le scorie che vi si accumulano. Per eliminare queste scorie è suggerita la pulizia intestinale e il digiuno. In alternativa è possibile anche seguire un tipo di dieta specifico utile per avere un effetto detox grazie alla privazione di alcuni specifici alimenti.

Coloro che seguono questa pratica affermano che si tratta di un ottimo modo per migliorare non solo la salute dell’apparato digerente, ma per migliorare la salute dell’intero organismo. Molti ritengono che eliminando scorie e tossine si possa addirittura prevenire l’insorgenza di patologie che non sono collegate con il sistema digerente e con i suoi organi.

La dieta

Per effettuare questa pratica, si consiglia di seguire un programma basato sul cambio dello stile alimentare abbinata all’esecuzione di lavaggi intestinali. Seguire una dieta detox è quindi fondamentale per ritrovare il benessere. Di solito si tratta di una dieta semi-liquida basata soprattutto sul consumo di frullati e centrifugati di frutta e verdura.

Sono consentite anche zuppe e alimenti simili che siano capaci di stimolare la motilità dell’intestino. La dieta comunque prevede molte restrizioni, infatti non si possono in nessun modo consumare alimenti che contengono grassi e carboidrati. In generale comunque si consiglia di iniziare con un vero e proprio digiuno di un giorno o due e poi proseguire con l’alimentazione basata sugli alimenti di cui abbiamo parlato poco sopra.