Dieta di mantenimento: come non riperdere i chili perduti

dieta di mantenimento

La dieta di mantenimento serve dopo aver seguito una dieta dimagrante. Non riacquistare i chili perduti è, dunque, l’obiettivo principale di chi ha appena terminato un regime alimentare a basso impatto calorico. Vediamo come dovremmo comportarci.

Dieta di mantenimento

La dieta di mantenimento ci impone di mangiare un po’ di più rispetto al regime dimagrante che abbiamo tenuto per perdere peso. Dobbiamo, quindi, cercare di aumentare un po’ le porzioni ma senza esagerare. Questa, infatti, deve allo stesso tempo evitare di farci prendere peso, ma anche di farcelo perdere. Al contrario di una dieta dimagrante, che deve essere seguita per poco tempo, quella di mantenimento si può sempre anche per molto tempo, essendo molto bilanciata.

Questa ci aiuta a mantenere il nostro peso forma, raggiunto magari con fatica dopo un regime alimentare ristretto. Se, ad esempio, durante la dieta dimagrante abbiamo scelto di consumare due volte a settimana la pasta, in quella di mantenimento può essere mangiata una volta in più. Dobbiamo però stare sempre attenti a non esagerare con le porzioni, le quantità e i condimenti. Il rischio di ingrassare di nuovo e di vanificare gli effetti raggiunti con costanza e fatica, è sempre dietro l’angolo.

Dieta di mantenimento: menù

Vediamo, adesso, qualche menù giornaliero per capire meglio come dovrebbe essere creata una dieta di mantenimento.

  • A colazione, ad esempio, possiamo consumare 250 ml di latte parzialmente scremato con 40 g di muesli e 25 g di savoiardi.
  • Per lo spuntino di metà mattinata andrà bene una mela.
  • Il pranzo potrà essere composto di un risotto alla zucca con parmigiano, più lattuga condita con olio e sale.
  • Lo spuntino di metà pomeriggio prevede un frutto di stagione.
  • A cena potremo consumare ad esempio una sauté di cozze con carciofi, olio d’oliva e 100 g di pane.

Ancora, vediamo un altro giorno di esempio. La stessa colazione con due frutti a metà mattinata e pomeriggio. A pranzo possiamo mangiare un’insalata con rucola, ceci e parmigiano, più 100 g di pane integrale. A cena, 125 di ricotta di mucca con 200 g di patate condite con olio ed una fettina di mane integrale da 100 g. Ovviamente, questi sono soltanto alcuni esempi di menù che possiamo prendere come esempio per una dieta di mantenimento.

Il miglior integratore da abbinare

Assieme ad una dieta di mantenimento, l’uso di un integratore è sempre una buona idea, a patto che esso sia naturale. Il migliore in circolazione al momento, secondo gli esperti e per le sue proprietà, è Keto Slim Fit. Si tratta di un integratore che ci permette di diminuire l’adipe e la massa grassa in modo del tutto naturale. Funziona per davvero ed è stato formulato per funzionare ai massimi livelli, aiutano così il nostro corpo a bruciare adipi e grasso come carburante principale, inoltre è anche notificato dal Ministero della Salute.

Ketoslim ci aiuta a raggiungere al meglio la chetosi, cioè quella condizione che ci permette di bruciare al meglio i grassi del nostro corpo. Una volta persi, sarà più difficile riprenderli. Bastano due compresse prima di ognuno dei pasti principali per poter migliorare la propria forma fisica.

Per chi fosse interessato a saperne di più può cliccare qui

L’aricolo contiene estratto di Fagiolo bianco, che inibisce l’assimilazione dei carboidrati, ma anche il té verde, il termogenico naturale ad azione bruciagrassi per eccellenza. Ancora, contiene l’alga spirulina che agisce come antiossidante naturale sul metabolismo e la cannella, una spezia che favorisce la digestione e che concorre ad abbassare i livelli di colesterolo e di glicemia.

Keto Slim è in promozione stagionale, acquistabile a soli 59 euro anziché a 99 euro. L’articolo è acquistabile soltanto sul sito internet ufficiale del prodotto. Non è, infatti, un prodotto che si può comprare altrove: non lo troveremo mai nelle erboristerie o nelle farmacia. Cliccando su Ordina adesso avremo la possibilità di accaparrarci una confezione. L’articolo, essendo del tutto naturale, non provoca nessun tipo di controindicazione.

Tutti ciò che dobbiamo fare è compilare il modulo con il nostro nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, città. Si può facilmente pagare in contanti al corriere, tramite il metodo del contrassegno. In tal modo non avremo bisogno di anticipare nessun soldo. In alternativa si può scegliere di pagare in anticipo con il Paypal oppure con l’uso della carta di credito. Le spese di spedizione sono tutte gratuite. Una volta compilato il modulo e scelto il tipo di pagamento dovrete soltanto cliccare su “completa l’acquisto”.