Disturbo ossessivo compulsivo: i sintomi comuni

stress

Al giorno d’oggi sono davvero molteplici i disturbi legati a comportamenti particolari o problemi relazionati a traumi psicologici, e sono sempre di più le persone che sentono la necessità di rivolgersi ad uno specialista per comprendere quale sia la natura del problema che li affligge. In particolare uno dei disturbi più frequenti è il disturbo ossessivo compulsivo. Vediamo di cosa si tratta.

Disturbo ossessivo compulsivo

Per disturbo ossessivo compulsivo, siglato come DOC in gergo specifico, si intente una serie di atteggiamenti e comportamenti generati da pensieri ossessivi. Questo tipo di pensieri generano a loro volta delle vere e proprie manifestazioni che sfociano sotto forma di ossessioni o manie. Spesso le persone affette da questa patologia svolgono determinate azioni più e più volte in maniera non solo ossessiva, ma ripetitiva.

Può capitare dunque di assistere ad alcune di queste manifestazioni ossessive e veder ripetere da chi ne soffre, le stesse azioni all’infinito, o meglio fino a quando il loro sistema nervoso centrale non si placa e si percepisce una sensazione di pace e tranquillità, momentanee. Molto spesso viene sconsigliato di interrompere il soggetto in questione nel momento in cui i sintomi correlati a tale disturbo si manifestano, in quanto queste azioni in quel dato momento sono incontrollabili, e secondo il cervello, la loro ripetizione è di vitale importanza.

Quali sono i sintomi più comuni

La cosa più importante di questo disturbo è rappresentata dal fatto che le compulsioni e le relative ossessioni possono risultare piuttosto invalidanti nella vita di tutti i giorni per la persona che ne soffre. Infatti il punto chiave è proprio la sofferenza, in quanto questo crea un ulteriore sentimento di sconforto che porta a credere al soggetto di non essere padrone della sua mente ma, al contrario, che la mente stessa sia la sua padrona. Lo svilupparsi e l’aggravarsi di questa patologia è alimentata esclusivamente dalla sfiducia e perdita di controllo di sé e di conseguenza del proprio corpo. Questo a sua volta può generare depressione.

Il disturbo possessivo compulsivo può nascere da:

  • Paure ricorrenti e infondate
  • Timore di dimenticare costantemente qualcosa, ad esempio la paura perenne di lasciare il gas acceso prima di uscire
  • Ripetizioni di frasi particolarmente importanti o preghiere, a mente o ad alta voce
  • Contare e ricontare, ad esempio i soldi
  • Paura dei germi, aver sempre costantemente paura di poter contrarre malattie toccando con le mani luoghi pubblici, ad esempio metro e autobus e di conseguenza lavare e rilavare le mani in maniera ossessiva
  • Ordine, un altro sintomo molto comune tra coloro che soffrono di disturbo ossessivo compulsivo è la vera e propria ossessione o mania di avere sempre tutto intorno ordinato

Inoltre una caratteristica particolare del disturbo ossessivo compulsivo consiste nel fatto che chi ne è affetto molto spesso riconosce i sintomi di cui soffre e riconosce l’ilarità e e l’irrazionalità, nonché l’esagerazione degli atti che compie e il tentativo di contrastare questi impulsi molto spesso peggiora le sue condizioni.

Cause principali di questo disturbo e cure

Cosa o perché effettivamente si scateni il verificarsi del disturbo ossessivo compulsivo nelle persone anche generalmente sane e senza patologie particolari, è piuttosto difficile da spiegare. Rispondere a questa domanda risulta così difficoltoso in quanto le possibili cause cambiano molto da caso a caso. Molto dipende dalla propria storia familiare, dai rapporti interpersonali e dagli eventuali traumi vissuti e che non sono stati ben elaborati psicologicamente. Tendenzialmente le persone che tendono ad essere molto “rigide” con sé stesse e con gli altri sono più soggetti a sviluppare patologie simili.

Per quanto riguarda il modo in cui curare i sintomi di questo disturbo, in primo luogo è molto importante riconoscere sin da subito gli atteggiamenti tipici e rivolgersi immediatamente ad uno specialista ed iniziare con lui un percorso volto a scoprire cosa genera questi comportamenti attraverso una terapia cognitivo-comportamentale con l’obiettivo di affrontare poco alla volta le sue paure e ossessioni.