«Don’t Worry Darling», Harry Styles pagato più di Florence Pugh? L’ira di Olivia Wilde

Olivia Wilde smentisce categoricamente che il fidanzato Harry Styles sia stato pagato più di Florence Pugh per «Don’t Worry Darling».

Il cantante/attore interpreta il ruolo di Jack nel thriller psicologico, mentre la star di «Little Women» veste i panni della moglie Alice.

Secondo i rumors, Styles avrebbe ricevuto un compenso tre volte superiore rispetto a quanto percepito da Florence, ma, in una nuova intervista per Variety, la regista Olivia Wilde ha seccamente smentito le voci.

«Sono circolate molte voci a cui perlopiù non ho prestato attenzione. Ma l'assurdità del clickbait inventato e la successiva reazione riguardo a una disparità di retribuzione inesistente tra la nostra protagonista e gli attori secondari mi ha davvero sconvolto», ha commentato. «Sono una donna che lavora in questo settore da oltre 20 anni, ed è qualcosa che ho combattuto per me stessa e per gli altri, soprattutto come regista. Non c'è assolutamente alcuna validità in queste affermazioni».

A luglio, il Page Six sosteneva come Florence si fosse detta contrariata della relazione tra Olivia e Harry, conosciutisi sul set della pellicola lo scorso anno.

Tuttavia la regista, che ha preferito non commentare il rumor, ha esaltato la performance di Florence, descrivendo la 26enne come «la più entusiasmante attrice in circolazione».

«L'intera cultura del gossip sulle celebrità è interessante come strumento di distrazione per intorpidire le persone dai più grandi dolori del mondo», ha continuato la 38enne. «L’evasione è davvero una qualità molto umana, la ricerca di qualcosa per anestetizzare la realtà dolorosa della vita di così tante persone. Non incolpo le persone per aver cercato l'evasione, ma penso che i media scandalistici siano uno strumento per mettere le donne l'una contro l’altra».

«Don't Worry Darling», che vede nel cast anche Gemma Chan, Nick Kroll e Chris Pine, verrà presentato in anteprima al Mostra del Cinema di Venezia il 5 settembre.