Donne e uomini: chi è più radicale?

·1 minuto per la lettura

Sono più radicali gli uomini o le donne?

Secondo una nuova ricerca condotta presso la University of Sydney Business School, in Australia, gli uomini tendono molto più delle donne ad essere «estremi» nei loro comportamenti e nelle loro scelte.

Il team ha analizzato oltre 50mila partecipanti, riscontrando sia lati positivi che negativi nei risultati legati alla sfera decisionale dell’universo maschile.

Pare infatti che gli uomini siano propensi ad agire più egoisticamente o più altruisticamente delle donne, e a fidarsi o a diffidare molto di più della loro controparte femminile. Gli uomini tendono anche a correre più rischi o ad essere molto più avversi al rischio delle donne, e non si sono riscontrate vie di mezzo in fatto di scelte e decisioni.

Secondo il leader dello studio, Stefan Volk, questo potrebbe essere dovuto alla maggiore «variabilità» degli individui di sesso maschile; concetto che fa parte della teoria dell'evoluzione secondo cui gli uomini hanno bisogno di essere più estremi e radicali per attrarre più partner sessuali.

«La teoria di investimento dei genitori spiega che gli uomini, al contrario delle donne, investono meno nella genitorialità, sono meno selettivi nella scelta del partner e competono di più per attrarre il partner», ha dichiarato professor Volk. «La teoria dell’evoluzione suggerisce che gli uomini hanno dovuto deviare dalla norma per poter attrarre le donne e riprodursi, mentre le donne sono da sempre in grado di attrarre partner sessuali senza il bisogno di deviare dalla norma».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli