Dovrei rimproverare un bambino che fa il bullo con il mio?

·2 minuto per la lettura
rimproverare il bullo di tuo figlio
rimproverare il bullo di tuo figlio

Dovresti rimproverare il bullo di tuo figlio? Ci sono due regole fondamentali da rispettare quando si tratta dei figli degli altri: mai dire a un altro genitore come dovrebbe crescere il suo bambino, e mai rimproverare un bambino che non è il tuo. I genitori hanno il loro modo di affrontare il comportamento dei loro figli, e anche se si può desiderare con tutto il cuore che l’altro genitore tenga a freno suo figlio con più fermezza, non spetta a te. Detto questo, ci sono dei modi per proteggere il tuo bambino da un compagno di giochi scatenato.

Cosa fare invece di rimproverare il bullo di tuo figlio

Per cominciare, resisti alla tentazione di sfogare la tua frustrazione sull’amico di tuo figlio. Non ha fatto nulla di male se non testare i limiti, che è quello che fanno i bambini di 2 anni. Non importa quanto sia irritata con la sua mamma o il suo papà per non essere intervenuti; tieni la tua irritazione sotto controllo. I bambini di due anni sono più intelligenti di quanto la maggior parte degli adulti pensi, e hanno un potente radar per i sentimenti negativi. Se l’amico di tuo figlio capta la tua irritazione, potrebbe comportarsi ancora peggio.

Controlla attentamente i due bambini mentre giocano per prevenire eventuali problemi. Quando vedi che il conflitto sta nascendo, distraili giocando rumorosamente con un altro giocattolo o cantando. E quando l’amico di tuo figlio fa qualcosa di carino, come condividere un giocattolo senza litigare, digli quanto lo apprezzi. Alla fine, proprio come qualsiasi altro bambino, comincerà a imparare come comportarsi e andare d’accordo con gli altri.

rimproverare il bullo di tuo figlio consigli
rimproverare il bullo di tuo figlio consigli

Potresti anche suggerire un altro luogo per l’incontro di gioco. I bambini di due anni sono più inclini a sentirsi nervosi e ad agire in spazi ristretti (il salotto, per esempio), quindi spostare l’appuntamento in un parco giochi può ridurre le opportunità di conflitto. Con più spazio per muoversi, i bambini possono bruciare l’energia in eccesso e le frustrazioni sociali senza pestarsi i piedi a vicenda, sia letteralmente che figurativamente. Soprattutto, non ci saranno giocattoli da lanciare o libri per cui litigare.

Se la situazione peggiora, però, e tuo figlio appare completamente sopraffatto e intimidito dal comportamento del suo compagno di giochi, potresti prendere in considerazione l’idea di interrompere gli appuntamenti di gioco con questo bambino in particolare. Può essere che l’alchimia tra i bambini non funzioni in questo momento. Inoltre, non stai insegnando nulla a tuo figlio chiedendogli di sopportare un bambino che è cattivo con lui. Inoltre, la tua decisione di separare i bambini potrebbe aprire un dialogo tra te e l’altro genitore che potrebbe aprire la strada a una risoluzione più permanente.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli