Dry January: cos’è e come praticarlo

Dry January

Il Dry January, letteralmente “Gennaio all’asciutto” è il nome che è stato dato a livello internazionale all’idea di non bere alcolici per l’intera durata del primo mese dell’anno. Questa iniziativa, seguita da moltissime persone e pubblicizzata attivamente attraverso i canali social, mira ad aumentare la consapevolezza delle persone in merito ai danni fisici causati dall’alcool e di far “provare con mano” i benefici della disintossicazione periodica.

Dry January: perché smettere di bere?

Gennaio non è soltanto il mese in cui si apre il nuovo anno: è anche, principalmente, il mese in cui si chiudono i festeggiamenti natalizi con tutto il loro carico di eccessi alimentari e alcolici che finiscono irrimediabilmente per rallentare il nostro metabolismo, e appesantire il nostro fisico. Per questo motivo, proprio prendendo in considerazione la stringente necessità di disintossicare l’organismo, si è pensato di far coincidere con il primo mese dell’anno un periodo di quattro settimane di disintossicazione in cui sperimentare gli effetti benefici dell’astinenza dall’alcool.

Il motivo per cui si è stabilito di scegliere un intero mese e non un periodo più breve è che i veri benefici per l’organismo si sperimentano con mano soltanto nel momento in cui l’organismo riesce a smaltire completamente le tossine contenute nell’alcool e, per farlo, ha bisogno di un periodo di tempo piuttosto lungo.

Quali danni comporta l’alcool?

In linea generale tutti sanno che bere molto alcool non è un’abitudine salutare. Sono in pochi però coloro che possono elencare con certezza e precisione quali sono, più nello specifico, i danni che un prolungato e costante consumo di alcool apporta al nostra organismo.

Innanzitutto l’alcool è molto calorico ma, tuttavia, non apporta all’organismo un tipo di energia “positiva” per i muscoli né tantomeno per il cervello, che risulta al contrario appesantito e offuscato.

Per quanto riguarda la pelle, chi consuma molto alcool ha una pelle molto opaca e gli occhi spesso circondati da occhiaie vistose e persistenti. Sempre a livello estetico, l’alcool comporta un aumento di peso consistente, che tipicamente si concretizza nella “pancetta da alcool” che nei bevitori di birra è gonfia e tirata.

Il fegato naturalmente subisce i danni maggiori dal consumo di alcool e risulta ingrossato e gonfio nei consumatori abituali. A livelli più gravi e soprattutto in tarda età, chi beve grandi quantità di alcool può sviluppare ipertensione e cancro all’esofago.

Quali benefici assicura un mese di detox?

Nel momento in cui si smette completamente di assumere alcolici si manifestano diversi benefici, che si fanno più importanti nel corso delle settimane. Inizialmente il cervello sembra più leggero e migliorano sensibilmente la capacità di concentrazione e l’energia mentale.

Dopo circa una settimana cominciano a comparire i primi benefici estetici, che consistono principalmente in un miglioramento delle condizioni della pelle e soprattutto della sua luminosità.

Occorrerà più tempo, appunto, circa un mese, perché si manifestino miglioramenti anche nella capacità metabolica del fegato e nella velocità con cui smaltisce le tossine. Alla fine del Dry January sarà migliorata del 15%.