I due artisti dedicano una canzone all'attrice milanese

·2 minuto per la lettura
dario-gay-mauro-coruzzi-inno-della-pettegola
dario-gay-mauro-coruzzi-inno-della-pettegola

L’originale coppia musicale formata da Dario Gay e Mauro Coruzzi lanciano l'”Inno della pettegola“, omaggiando Franca Valeri. In uscita il 6 novembre in tutte le piattaforme digitali e in radio, Inno della Pettegola è una dedica nei confronti della signora di Milano.

Dario Gay e Mauro Coruzzi in “Inno della pettegola”

Dario Gay, cantautore milanese e Mauro Coruzzi, conosciuto dal grande pubblico anche come Platinette, hanno deciso di omaggiare Franca Valeri in un nuovo brano dallo stile reggaeton. Il singolo, uscito il 6 novembre, arriva a seguito di una grande amicizia tra i due artisti che sono accomunati dalla passione per l’attrice milanese, scomparsa lo scorso 9 agosto. Il brano è prodotto da Marco Guarnerio, scritto da Dario Gay e Giovanni Nuti, famoso per aver musicato anche diverse poesie di Alda Merini.

Il progetto, sostenuto anche dalla figlia di Franca Valeri, Stefania Bonfadelli, vuole portare alla luce un tema che appartiene alla nostra epoca: il pettegolezzo. E attraverso di esso, omaggiare anche le grandi interpretazioni della Valeri che negli anni hanno affrontato, con estrema giocosità e infallibile intelligenza, l’arte del pettegolezzo. Dalla Sora Cecioni alla Signorina Snob.

Omaggio a Franca Valeri

Quando Dario mi ha proposto la canzone, ho subito pensato che potesse suonare come un omaggio a Franca Valeri” – ha commentato Mauro Coruzzi. “Non tanto per il ruolo della pettegola, ma perché il pettegolezzo andando di bocca in bocca sembra essere trasmesso per telefono. Come le famose telefonate di Franca da la Sora Cecioni, a Cesira la manicure. La canzone ha al tempo stesso, un’ironia devastante sottolineando come, oggi più che mai, ci siano persone che del pettegolezzo fanno una ragione di vita, un’arma”.

Il videoclip di Inno al pettegolezzo è stato girato in provincia di Roma, a Capena. Tante le star che hanno voluto collaborare e che hanno creduto nell’omaggio alla grande signora di Milano. Da Maria Giovanna Elmi a Giancarlo Magalli; da Massimiliano Rosolino a Emanuela Tittocchia, fino ad arrivare al mondo dei tiktoker. Un gruppo di influencer del social netowork che contano più di 3 milioni di follower.

Il video del singolo è stato prodotto da Toed Production di Claudio Bucci, con la regia di Daniele Gangemi.

L’arte del pettegolezzo è un volo leggero sulle vite altrui. Niente a che vedere col gossip che intenzionalmente cerca il male – racconta il cantautore e autore del brano, Dario Gay. “Ricordo una battuta della grande Anna Magnani che rivolgendosi al pianista che si dilungava con una lunga intro, disse che quelli erano pettegolezzi e di arrivare al sodo. Ecco: il pettegolezzo è un arpeggio di piano leggero”.