Dwayne Johnson: «Black Adam è il mio progetto cinematografico più difficile fino ad oggi»

·1 minuto per la lettura

Mentre lavorava al blockbuster «Black Adam», Dwayne Johnson è stato messo a prova «fisicamente» e «mentalmente».

Sembra infatti che il film sia stata «l'impresa più difficile» di tutta la sua carriera.

Venerdì, il wrestler diventato attore, famoso per i suoi ruoli d'azione in film come «San Andreas», «Skyscraper» e «Rampage», è andato su Twitter per comunicare di aver completato le riprese del film DC e ha si è sbottonato sul suo antieroe titolare - rivelando che il progetto lo ha davvero spinto al limite.

«Questa è la conclusione di "Black Adam"», ha scritto Dwayne Johnson.

«È stato un viaggio incredibile. L'impresa più difficile di tutta la mia carriera: fisicamente e mentalmente. È valsa ogni secondo. Un'infinita di grazie ai miei oltre 1.000 membri della troupe, attori el regista, Jaume Collet-Serra. La gerarchia del potere nell'Universo DC sta cambiando».

Il tweet è stato pubblicato in risposta a un video condiviso su un account fan di «Black Adam», in cui Johnson appare mentre pronuncia il suo discorso d'addio ai suoi colleghi sul set.

«Black Adam» vede anche i co-protagonisti Noah Centineo, Aldis Hodge, Sarah Shahi, Quintessa Swindell e Pierce Brosnan, e uscirà nei cinema a luglio 2022.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli