E se non mi innamoro subito del mio bambino?

non mi innamoro subito del bambino
non mi innamoro subito del bambino

E se non mi innamoro subito del mio bambino? Quando noi mamme immaginiamo la nascita, il momento più atteso è quello in cui posiamo gli occhi sul nostro bellissimo fagottino di gioia. Immaginiamo il loro corpo morbido e caldo stretto contro il nostro, le lacrime che scendono dai nostri occhi, il nostro cuore che diventa più grande che mai.

Immaginiamo di cadere, no, di precipitare in un amore totalizzante verso questo piccolo umano indifeso. E quanto è deludente quando non succede, e non ci si innamora immediatamente del proprio bambino?

E se non mi innamoro subito del mio bambino?

Può essere deludente e persino scioccante quando teniamo in braccio il nostro neonato e non proviamo nulla nei suoi confronti. La moltitudine di pensieri che ci passano per la testa in questo momento è sufficiente per inghiottirci e farci cadere nella spirale oscura della vergogna.

Cominciamo a chiederci cosa c’è di sbagliato in noi? Tutte le altre mamme si innamorano immediatamente dei loro bambini. Nessuno dei film che abbiamo visto mostrava una mamma che non fosse immediatamente innamorata della sua guizzante prole. Quindi la conclusione è che ci deve essere qualcosa di sbagliato in noi.

La verità è che non c’è niente di male a non legare subito con il proprio bambino. Ben il 20% dei genitori non si lega immediatamente ai propri neonati. A volte iniziano a sentire il legame solo giorni, settimane o mesi dopo la nascita. Non c’è nulla di male in questo, anche se al momento può sembrare così.

e se non mi innamoro subito del bambino
e se non mi innamoro subito del bambino

Cosa può impedire che il legame avvenga subito?

Ora che sapete di non essere l’unico genitore a non essersi innamorato subito del proprio bambino, potreste ancora chiedervi perché sia successo. Le ragioni sono molteplici, ma le più comuni sono l’esaurimento dovuto a un parto difficile, al taglio cesareo, alle complicazioni del parto per la mamma o per il bambino, al ricovero del bambino in terapia intensiva neonatale e alla depressione post-partum.

Un travaglio traumatico e impegnativo può lasciare la mamma completamente esausta, dolorante e che non desidera altro che mangiare e dormire. Se il bambino è nato dopo una precedente gravidanza persa, la mamma può sentirsi incredibilmente ambivalente nei confronti del bambino che è vivo e tra le sue braccia. Il senso di colpa per aver amato questo nuovo essere può ostacolare il nascere di un nuovo legame.