Eau de Toilette e Eau de Parfum: la differenza tra i due

Eau de Toilette e Eau de Parfum

Eau de Toilette o Eau de Parfum? La scelta può essere ardua se non si conoscono le caratteristiche di ognuno di questi prodotti. Anche se spesso si tende a confonderli, infatti, Eau de Toilette e Eau de Parfum hanno performance completamente diverse e una diversa persistenza. Come distinguerli e come sceglierli?

Profumi o Eau de Toilette?

Partendo dalle caratteristiche comuni a questi due prodotti, entrambi contengono una certa percentuale di alcool ed entrambi presentano note di testa, di corpo e di coda che rendono la loro resa olfattiva molto complessa e articolata.

Entrambi si utilizzano in piccole quantità in punti specifici del corpo, con una netta preferenza per quelli molto irrorati di sangue come i polsi o la base del collo. Questo perché il calore della pelle molto irrorata di sangue favorisce la diffusione delle essenze contenute nei prodotti.

Come “funzionano” i profumi?

I tre “gruppi di note” che compongono ogni fragranza vengono percepite dall’olfatto in momenti differenti e in rapida successione. Le note di testa vengono percepite per prime e si dissolvono molto velocemente per lasciare posto alle note di corpo. Queste ultime rappresentano il vero e proprio cuore del profumo, cioè l’insieme delle caratteristiche che lo rendono riconoscibile. Infine, le note di coda “chiudono” l’esperienza olfattiva procurata dal profumo e corrispondono, con un parallelismo praticamente perfetto, al retrogusto dei cibi più aromatici.

Le principali “famiglie” di note olfattive sono quelle delle note agrumate (come l’arancio), fiorite (utilizzatissime nei profumi destinati alle donne), speziate (molto amate dagli uomini e dalle donne che amano i profumi intensi).

Come scegliere un profumo

Fatte queste premesse, capire la differenza tra Eau de Toilette e Eau de Parfum è molto semplice.

Un Eau de Toilette è molto delicato, contiene una bassa percentuale di alcool, che si attesta tra il 12 e il 15%. Questa particolare composizione fa sì che le note di testa risultino particolarmente intense ma che con lo scorrere del tempo e a causa dell’evaporazione dell’alcool, le note di corpo e infine quelle di coda risultino meno chiaramente percepibili.

Si tratta di un prodotto molto discreto, perfetto per coloro che non amano gli odori particolarmente forti e per chi ha un carattere poco appariscente, per chi ama i dettagli e per coloro che non hanno bisogno di catturare a tutti i costi l’attenzione del prossimo.

Un discorso molto diverso si fa per l’Eau de Parfum, che contiene una maggiore percentuale di alcool: tra il 15 e il 20%.

Come si può facilmente immaginare un Eau de Parfum è più persistente e si sentiranno con un’intensità piuttosto simile le note di testa, le note di corpo e le note di coda.

I profumi veri e propri sono indicati per le persone dal carattere deciso, che non temono di mostrare la propria personalità anche quando si tratta di una personalità gentile e quieta. Perfetti per coloro che trascorrono molto tempo fuori casa e amano sentire la propria fragranza preferita anche arrivati a sera, gli Eau de Parfum vanno dosati con molta attenzione perché, se si dovesse esagerare, il mal di testa sarebbe dietro l’angolo.