Ecco il colore del 2018 secondo Pantone

Pantone ha finalmente deciso: dopo aver dedicato il 2017 al Greenery, un colore di speranza che forse era un tantino azzardato (con riferimento al pianeta, ad esempio, siamo stati più inquinanti del solito), questa volta si va su una sfumatura di viola.

Ultra Violetto, per esattezza, con il codice colore 18-3838. Indipendentemente da come la pensano le persone qualunque, questa decisione avrà un impatto notevole su vari settori merceologici.

(foto: Pantone)

Nel 2018 il colore Pantone testé citato verrà probabilmente utilizzato per formare nuovi trend, ad esempio, nel mondo della moda, dell’architettura, degli interni, degli oggetti per la casa compresi gli elettrodomestici. Tutti dovranno fare i conti con il nuovo colore. Pantone dice, a proposito dell’Ultra Violetto: “è un colore di contro-cultura, un incitamento all’originalità, all’ingenuità e al pensiero libero“.

Se possibile, dovrete tenere il passo con quanto appena scritto, indossando qualcosa di Ultra Violetto: il colore è stato specificatamente scelto per la sua capacità di infondere originalità a chi lo porta appresso.

(foto: Pantone)

Laurie Pressman, vicepresidente di Pantone, ha rilasciato questa dichiarazione: “Viviamo in tempi molto complessi. Vediamo la paura di andare avanti molto presente, e come le persone stanno reagendo a questa complessità. Il colore Ultra Violetto ha qualità mistiche: è una tonalità molto ottimista, che dà forza a chi lo utilizza. Attraverso di esso vogliamo trovare la pace e la tranquillità in noi stessi“.

In realtà, il colore può essere utilizzato già adesso dalle persone… normali per anticipare la moda in divenire; ad esempio se non avete ancora deciso di che tonalità scegliere il vostro regalo di Natale, l’Ultra Violet può essere una soluzione. Come hanno spiegato appunto i vertici di Pantone al New York Times, questo colore è pacifico e soprattutto unisex.

Come spiega Today.com, il particolare colore Ultra Violet sarà dappertutto nel prossimo anno: “lo vedremo in ogni sfilata di moda e nella cosmetica, e pure in settori inusuali come quello delle auto“.