Ecco quando è necessario proteggere la casa dai bambini

proteggere la casa dai bambini
proteggere la casa dai bambini

Proteggere la casa dai bambini può essere un’esperienza travolgente per i neo-genitori, e molti si sentono confusi su come iniziare. Prima di entrare nel merito del quando e del perché delle più comuni attività di babyproofing, ci sono due regole empiriche da tenere a mente quando si inizia.

La prima “regola” è evitare di dare per scontato lo sviluppo del bambino. Spesso mi viene chiesto: “Quando devo iniziare a fare il babyproofing?”. La mia risposta è: prima si può, meglio è!

Proteggere la casa dai bambini: quando e perché

Cose da considerare prima della nascita del bambino

A un certo punto, tutti i genitori avranno bisogno di materiale per la protezione dei bambini, e quale modo migliore di acquistarlo se non aggiungerlo prima? Valutate i rischi della vostra casa e quali articoli potrebbero servirvi. Per esempio, se vivete in una casa a più livelli, i cancelletti per le scale possono diventare una spesa rapida. Riceverli come regalo per la festa del bebè è di grande aiuto!

Articoli comuni per la protezione dei bambini da prendere in considerazione:

  • Coperchi per le prese di corrente

  • Copri pomello o leva per le porte

  • Serrature per gli armadietti

  • Cinghie di ancoraggio per mobili e televisori

  • Coperchi per i riscaldatori a battiscopa

  • Coprire o avvolgere i cavi allentati

  • Paracolpi per gli angoli vivi dei mobili

  • Cancelli per caminetti, scale o altre aree abitative

Coperture per i cavi elettrici, compresi quelli del baby monitor

Come regola generale, tutti i cavi devono essere tenuti a una distanza minima di un metro dalla culla del bambino. Questo vale anche per i cavi delle tende, del baby monitor e di altri cavi elettrici. Sono una grande sostenitrice dell’utilizzo di prese di corrente dietro un mobile ancorato e di lasciare il cavo dietro il mobile e fuori portata.

come proteggere la casa dai bambini
come proteggere la casa dai bambini

Tuttavia, questo non è sempre possibile. I cavi dei monitor possono essere particolarmente impegnativi, perché spesso vogliamo avere una visione chiara e dall’alto del nostro bambino. Ma come è possibile farlo senza che il cavo del monitor sia a portata di mano del bambino? È qui che entrano in gioco i “passacavi”! I passacavi sono canali di plastica adesivi (canaline) che si fissano alla parete della cameretta. Il cavo viene quindi inserito nel canale e un coperchio viene fatto scattare sulla parte superiore per racchiuderlo.

LEGGI ANCHE: