Edema post-parto: quando preoccuparsi del gonfiore

·2 minuto per la lettura
Gonfiore post-parto
Gonfiore post-parto

È normale avere gonfiore post-parto, in particolare alle mani e ai piedi? Sì. Durante la gravidanza, il tuo corpo trattiene dei liquidi in più, facendo aumentare il tuo volume di sangue di quasi il 50%. Dopo il parto, il tuo corpo elimina gradualmente questo liquido attraverso l’urina e il sudore. Tuttavia, nel frattempo, può continuare a fuoriuscire dai tuoi vasi sanguigni nei tessuti e causare gonfiore (edema), più comunemente nelle mani e nei piedi o nelle caviglie.

L’edema post-partum dovrebbe scomparire in circa una settimana. Può durare qualche giorno in più se hai avuto la preeclampsia, o la pressione alta legata alla gravidanza, che ha causato un eccessivo gonfiore ai piedi e alle mani alla fine della gravidanza.

Cosa posso fare per alleviare il gonfiore post-parto?

Solleva i piedi sopra il livello del cuore ogni volta che hai la possibilità di sdraiarti. Se le mani e le dita sono gonfie, alzale sopra la testa quando ti riposi.

Bevi molta acqua. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, bere più acqua aiuta effettivamente a trattenere meno liquidi.

Anche l’esercizio fisico leggero aiuta a migliorare la circolazione, ma consulta prima il tuo medico e fai attenzione a non esagerare. Lo yoga può essere ottimo, ma va eseguito con molta cautela.

L’edema può essere grave?

Il gonfiore post-parto è raramente grave, ma informa il tuo medico se il gonfiore non diminuisce entro una settimana circa. Chiama immediatamente in caso di:

  • Forti mal di testa, vertigini o visione offuscata, che potrebbero essere segni di pressione alta.

  • Gonfiore o forte dolore solo a una gamba, il che potrebbe segnalare un coagulo di sangue.

  • Forte gonfiore insieme a dolore al petto o difficoltà a respirare, il che potrebbe indicare che hai un coagulo di sangue nel polmone, o una rara ma pericolosa condizione cardiaca.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli