Elena Morali arrestata in Thailandia solo perché aveva in borsa una sigaretta elettronica?


Elena Morali è stata arrestata in Thailandia mentre era in vacanza con il fidanzato Luigi Mario Favoloso.
La coppia, tornata sana e salva da qualche giorno in Italia, tramite alcuni video pubblicati nelle loro Instagram Stories ha raccontato quanto accaduto.
"In Thailandia a Phuket è successo di tutto. La mattina eravamo in motorino ovviamente con i caschi e ad una rotonda ci ferma un poliziotto, nonostante vicino a noi ci fossero una marea di gente senza casco", ha esordito l'ex Pupa.
"Fermavano solo turisti. Ci fermano e come prima domanda ci chiedono: avete sigarette? Volevano sapere se nello specifico fumassi sigarette elettroniche", ha continuato.
La Thailandia infatti vigono delle regole molto dure contro il fumo: è vietato fumare nei luoghi pubblici, quindi in ogni esercizio commerciale, bar, ristorante e anche nelle stazioni dei bus e negli aeroporti. Inoltre è anche vietato fumare in luoghi all'aperto come stadi, mercati e parchi pubblici.
Nella clip è poi intervenuto l'imprenditore partenopeo che ha proseguito: "Trovano la sua Iqos che tra l'altro non è nemmeno una sigaretta elettronica a vapore. E cominciano a perquisirla addosso e in tutte le borse".
"Tra l'altro erano tutti uomini e non avrebbero potuto nemmeno perquisirla in quel modo. Il poliziotto inizia a fare il segno delle manette per farci capire che sarebbe stata arrestata. Io ho provato a prendermi la colpa ma continuavano a dire che in galera ci doveva andare lei. Ho detto di voler chiamare l'Ambasciata e questa cosa non l'hanno presa bene", ha confessato Favoloso.
A quel punto la Morali viene allontanata dalle forze dell'ordine e portata via dal fidanzato.
"Allontanano Elena da me. Alla fine uno dei poliziotti dice: ok se paghi il doppio (100.000 Bath circa 3000 euro, ndr) la lasciamo. Per fortuna il mio bancomat mi ha dato solo 750 euro. Glieli ho dati e siamo tornati liberi", ha concluso.