Eleuterococco o Ginseng Siberiano? I benefici e le proprietà

·2 minuto per la lettura
Pianta Eleuterococco
Pianta Eleuterococco

L’Eleuterococco è una pianta adattogena di origine siberiana e proprio per questo motivo viene comunemente chiamata Ginseng Siberiano. Da sempre atleti e astronauti russi la utilizzarono al fine di potenziare le proprie performance e addirittura aumentare la permanenza nello spazio.
Cambi stagionali, smart-working e la situazione epidemiologica a cui tutti sono stati sottoposti da ormai più di un anno hanno messo a dura prova il nostro benessere fisico e mentale. L’Eleuterococco è il giusto alleato per superare stress e stanchezza.

Eleuterococco: principi attivi

I suoi componenti chimici principali sono gli Eleuterosidi, le Cumarine e i Polisaccaridi.

Gli Eleuterosidi sono sostanze ideali per il trattamento dell’astenia, i cui sintomi associati possono essere: fatica, stress e poca energia.

L’insieme dei principi attivi -il fitocomplesso- favorisce specifiche proprietà terapeutiche ed è in grado di stimolare il metabolismo ed equilibrare l’energia.

Eleuterococco: benefici e proprietà

La tisana di radice di eleuterococco (Eleutherococcus senticosus) svolge un’azione rivitalizzante, aumentando sia il rendimento fisico che la resistenza. Tradizionalmente l’Eleuterococco era ritenuto la pianta degli sportivi, ma recenti studi farmacologici affermano svolga una funzione immunostimolante, adatta a prevenire e curare i sintomi influenzali oltre che aiutare le difese immunitarie a proteggere l’organismo da virus e batteri.

Riassumendo, il suo impiego è ideale:

  • per rinforzare e stimolare le difese immunitarie dell’organismo dopo la convalescenza

  • per aumentare la capacità agli sforzi fisici

  • per contrastare lo stress psicofisico

  • in caso di febbre, mal di gola, mal di testa, dolori muscolari e articolari

  • per ridurre ansia, nervosismo e agitazione

  • per migliorare la concentrazione e la memorizzazione

Eleuterococco tisana: modalità di preparazione

Lasciare in infusione un cucchiaino di radice in acqua, dopo averla portata alla temperatura di ebollizione e fare cuocere per 5 minuti.

Lasciare riposare 5 minuti. Infine filtrare.

Ora è pronta per essere gustata

Eleuterococco: controindicazioni

E’ sconsigliata l’assunzione in caso di insonnia e nei soggetti con ipertensione arteriosa.

In via precauzionale è controindicata l’assunzione nei soggetti che assumono farmaci ipoglicemizzanti. Consultare il medico.

LEGGI ANCHE: Tisana antistress fai da te: rimedi per il tuo relax