Elisir di lunga vita: dagli Anni 60 alcuni consigli per vivere più a lungo (tra cui bere e fumare?!)

Di Letizia Rogolino
·4 minuto per la lettura
Photo credit: La Morte ti Fa Bella
Photo credit: La Morte ti Fa Bella

From ELLE

"E così andiamo avanti, barche contro la corrente, incessantemente trascinati verso il passato" scriveva il celebre scrittore statunitense Francis Scott Fitzgerald. Quante volte vi è capitato di emozionarvi in un mercatino dell’usato davanti a un libro, un accessorio o un capo di abbigliamento appartenuto a un passato ormai lontano? O di rimettere in ordine una soffitta impolverata e ritrovare un oggetto che riporta alla mente preziosi ricordi e una piacevole nostalgia? In questa rubrica vogliamo parlare dell’irresistibile anima vintage che è presente in ognuno di noi in diverse percentuali. Perché è impossibile cancellare quello che è stato, anche perché a volte serve guardare indietro per trovare l’ispirazione, nella moda, nell’arte, nella musica e nella vita.

“Il prolungamento dell’attitudine al lavoro va di pari passo con il prolungamento della vita” è il focus dell’articolo del prof. Pier Gildo Bianchi pubblicato sul settimanale Domenica del Corriere del 26 Dicembre 1967. La longevità è sempre stato un argomento di interesse generale; ogni giorno sul web, sulle riviste e sui social appaiono consigli più o meno attendibili per vivere più a lungo e ingannare il tempo che passa. Diete miracolose, creme costose, tisane depurative e rinvigorenti, semi di quinoa, estratti di papaya, centrifughe allo zenzero, e altre idee che dovrebbero mantenerci in forma fino ai cento anni.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Ma secondo lo studio di Bianchi è il lavoro che ci mantiene giovani. “Ogni anno va aumentando il numero di persone anziane che invecchiano pur conservando intatte le loro capacità professionali; in altri termini tali persone, pur avendo teoricamente diritto alla pensione, continuano a lavorare” scrive, aggiungendo che “la dietetica adatta all’anziano, l’attività fisica che meglio gli si confà, le medicine che vengono più o meno tollerate; l’abitazione, l’abbigliamento, il lavoro, il riposo, lo svago per il vecchio d’ambo i sessi; la sua resistenza a determinare infezioni o a determinare intossicazioni e così via, costituiscono altrettante questioni sulle quali si è polarizzata e si polarizza tuttora l’attenzione degli esperti in America come in Inghilterra, in Germania, in Francia, in Italia- oltre che in Russia - per offrire, nella pratica quotidiana soluzioni sempre più soddisfacenti”. Questo si pensava negli anni 60, ma oggi non si pensa molto diversamente sull’argomento.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

“Da un lato la vita media si è molto allungata, ma dall’altro la vecchiaia è oggi più tollerabile e più utile, socialmente parlando. I vecchi che continuano a vivere non da valetudinari, confinati in un letto, in una poltrona o in una carrozzella, ma dinamicamente, con un regime di vita medio normale - hanno tutti i presupposti per raggiungere un’attiva longevità” e “molti dati scientifici confermano che la longevità è un fatto ereditario, squisitamente legato e affidato - per la sua trasmissibilità di generazione in generazione - alle cellule riproduttive” riporta il vecchio articolo. Sicuramente mantenersi attivi e sentirsi utili, in famiglia o all’interno della società, può donare energia e vitalità, come spesso sottolineano alcuni studiosi e medici di oggi.

Quello che mi ha divertito e colpito di questo articolo, tuttavia, è uno specchietto che riporta alcuni consigli per vivere più a lungo, tra cui bere con moderazione e fumare anche in vecchiaia. Date un’occhiata qui sotto e buon divertimento.

L’Elisir di Lunga Vita: ecco 15 regole d’oro rilasciate dal gerontologo russo Sitschinava, direttore dell’Istituto di geriatria di Suhumi, sul Mar Nero:

- Devi sempre lavorare all’aperto, fin da giovane.

- Devi cercare di non ingrassare, né di mangiare grassi.

- Mangia molti vegetali, legumi e noci.

- Mangia pane bianco, animo. Se ti piace mangia pane di segale, ottimo.

- Il pesce è un buon cibo, la frutta migliore.

- Mangia possibilmente cibi con vitamine integre; evita quelli in scatola.

- Prendi cibi a temperatura uguale a quella del tuo corpo. Troppo caldi non vanno bene; troppo freddi fanno malissimo.

- Bevi vino, ma sii sobrio; e bada che il vino non sia adulterato né annacquato.

- Fuma moderatamente, non ti è proibita la nicotina. Concediti questo piacere anche nella vecchiaia avanzata.

- Abita possibilmente sulle montagne, dove non si respira lo smog delle città moderne.

- Fino a 20 anni evita le donne, se puoi anche dopo. Ma quando sei innamorato, ama la tua donna serenamente.

- Sii fedele al matrimonio, ma e viene a mancare la tua metà sposati ancora.

- Dormi almeno otto ore al giorno.

- Non agitarti nella vita, ma dà libero sfogo ogni volta che ti senti oppressò dalla malinconia.

- Sii povero. La ricchezza uccide la vita.