Elodie entusiasta: ‘E’ come fare analisi, una cura’


Elodie ha debuttato come attrice. La cantate, presente alla Mostra del Cinema di Venezia, ha presentato il suo primo film, "Ti mangio il cuore" di Pippi Mezzapesa.
L'ex allieva di "Amici" è apparsa davvero entusiasta del progetto e ha fatto sapere che le piacerebbe approfondire il mondo della cinematografia.
"Recitare, rispetto a cantare, mi ha fatto toccare corde profonde. Un po’ come andare in analisi. Una cura che mi piacerebbe replicare presto", ha dichiarato durante un'intervista rilasciata a "Il Corriere della Sera".
L'artista romana ha poi confessato di essersi trovata molto a suo agio davanti la cinepresa.
"Certi film mi hanno segnato: 'Nuovo Cinema Paradiso' o 'Il colore viola'. O Amèlie: io ero convinta di essere come lei, anche se non era vero. Cercavo di emularla. Preferisco quando c’è di mezzo una lente, mi sento più al sicuro. Paradossalmente è la sfera live è il mio tallone d’Achille", ha confidato.
La 32enne lo scorso giugno è stata anche la madrina del Gay Pride di Roma.
Parlando di quell'esperienza ha detto: "Ho sempre sentito il bisogno di difendere qualcosa o qualcuno. Ci credo veramente che tutti abbiamo gli stessi diritti, che le diversità non devono essere usate come pugnali. Da piccola mi sentivo fragile e diversa, mentre gli altri mi sembravano tutti pieni di sicurezze".
"Soprattutto nel difendere quello che sono, anche nelle mie brutture: sono attenta ad avere comportamenti corretti. E mi tengo stretto il diritto di dire la mia", ha chiosato.